Sondaggio: Intento pripario di APP
Forte approccio di APP al cambiamento societale
100.00%
12 100.00%
Forte impegno di APP all'approccio elettorale
0%
0 0%
Totale 12 voto(i) 100%
* Hai votato. [Mostra risultato]

Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 1 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
SCENARIO PER IL CAMBIAMENTO
#11
 La Francia sospende  Shengen, la maggioranza dei tedeschi vuole la Grecia fuori dall'euro,  in Polonia vince l'elezione presidenziale un fascistoide,  L'  Europa si sta sfaldando   Gli unici che ne beneficeranno   Saranno gli speculatori finanziari  Che torneranno a giocare , Sulla pelle delle persone, sarà un caso che qualche giorno fa si sono incontrati tutti i potenti del mondo del gruppo  Bildeberg.  Questi giocano a monopoli ed a risico   Ma  con una differenza, gli  scenari non sono cartellone ma le vite nostre  ed il futuro del pianeta. 
Cita messaggio
#12
IO non sono in grado di immaginare come potrebbe evolvere la società a seguito dei cambiamenti demografici descritti, e non saprei neanche da che parte incominciare per proporre un adeguamento graduale a quei cambiamenti. Sicuramente esserne consapevoli e provare a ragionarci sarebbe già un bel passo avanti. Non quanto PLP possa fare/elaborare su questo, magari formare un gruppo che sia in grado di occuparsene e discuterne per poi arrivare ad organizzare un evento sul tema? simo
Cita messaggio
#13
Interessante un passo, letto a caso sfogliando l'opuscolo, tratto dall'enciclica di Papa Francesco "Laudato sì" (pag. 87 e seg):
"111.  La cultura ecologica non si può ridurre a una serie di risposte urgenti e parziali ai problemi che si presentano riguardo al degrado ambientale, all’esaurimento delle riserve naturali e all’inquinamento. Dovrebbe essere uno sguardo diverso, un pensiero, una politica, un programma educativo, uno stile di vita e una spiritualità che diano forma ad una resistenza di fronte all’avanzare del paradigma tecnocratico. Diversamente, anche le migliori iniziative ecologiste possono finire rinchiuse nella stessa logica globalizzata. Cercare solamente un rimedio tecnico per ogni problema ambientale che si presenta, significa isolare cose che nella realtà sono connesse, e nascondere i veri e più profondi problemi del sistema mondiale.

112. È possibile, tuttavia, allargare nuovamente lo sguardo, e la libertà umana è capace di limitare la tecnica, di orientarla, e di metterla al servizio di un altro tipo di progresso, più sano, più umano, più sociale e più integrale. La liberazione dal paradigma tecnocratico imperante avviene di fatto in alcune occasioni. Per esempio, quando comunità di piccoli produttori optano per sistemi di produzione meno inquinanti, sostenendo un modello di vita, di felicità e di convivialità non consumistico. O quando la tecnica si orienta prioritariamente a risolvere i problemi concreti degli altri, con l’impegno di aiutarli a vivere con più dignità e meno sofferenze. E ancora quando la ricerca creatrice del bello e la sua contemplazione riescono a superare il potere oggettivante in una sorta di salvezza che si realizza nel bello e nella persona che lo contempla. L’autentica umanità, che invita a una nuova sintesi, sembra abitare in mezzo alla civiltà tecnologica, quasi impercettibilmente, come la nebbia che filtra sotto una porta chiusa. Sarà una promessa permanente, nonostante tutto, che sboccia come un’ostinata resistenza di ciò che è autentico?"

Vi scorgo il Cambiamento possibile ed ho atteso l'uscita dell'enciclica papale con ansia sin dall'ottobre scorso quando Papa Francesco lo annunziò ai convenuti per la Giornata mondiale dei popoli della Terra. Ora l'abbiamo tra le mani, il tempo di leggerla e poi ... via!
Ho proposto, subito stoppato da Marina De Felici, di farci promotori per primi di giornate di studio e confronto sui temi dell'ecologia e della conversione ecologica necessaria. Anche con l'intento di uscire dai nostri piccoli (per alcun@ rassicuranti???) recinti della sinistra radicale dove al momento ci siamo rifugiati ma isolati, per aprire un dialogo possibile con associazioni e movimenti cattolici, non necessariamente clericali.
Direi di aprirne una discussione.
Pino
Cita messaggio
#14
Pino,
visto che i politici non lo fanno, il Papa che dovrebbe occuparsi eminentemente delle anime ,li rimpiazza! Alla grande! Sono totalmente sincro con Simonetta sul fatto che studiando ed elaborando si potranno aprire vie oggi impossibili. L'importante é mirare alto e coraggiosamente.
Proviamo!
Piero
Cita messaggio
#15
Piero, la Chiesa non è nuova a queste "incursioni" ....
Cito a caso: 
1) Papa Giovanni XXIII scrisse un’Enciclica con la quale non si limitò solamente a respingere la guerra, bensì volle trasmettere una proposta di pace. Diresse il suo messaggio Pacem in terris a tutto il “mondo cattolico”, ma aggiungeva « nonché a tutti gli uomini di buona volontà »;
2) Papa Paolo VI si riferì alla problematica ecologica, presentandola come una crisi che è « una conseguenza drammatica » dell’attività incontrollata dell’essere umano: « Attraverso uno sfruttamento sconsiderato della natura, egli rischia di distruggerla e di essere a sua volta vittima di siffatta degradazione » sottolineando « l’urgenza e la necessità di un mutamento radicale nella condotta dell’umanità », perché « i progressi scientifici più straordinari, le prodezze tecniche più strabilianti, la crescita economica più prodigiosa, se non sono congiunte ad un autentico progresso sociale e morale, si rivolgono, in definitiva, contro l’uomo »;
3) Giovanni Paolo II si è occupato del tema dell'ecologia con un interesse crescente. Nella sua prima Enciclica, osservò che l’essere umano sembra « non percepire altri significati del suo ambiente naturale, ma solamente quelli che servono ai fini di un immediato uso e consumo ». Successivamente invitò ad una conversione ecologica globale. Ma nello stesso tempo fece notare che si mette poco impegno per « salvaguardare le condizioni morali di un’autentica ecologia umana ».
4) Papa Benedetto XVI ha rinnovato l’invito a « eliminare le cause strutturali delle disfunzioni dell’economia mondiale e di correggere i modelli di crescita che sembrano incapaci di garantire il rispetto dell’ambiente ». Ha ricordato che il mondo non può essere analizzato solo isolando uno dei suoi aspetti, perché « il libro della natura è uno e indivisibile » e include l’ambiente, la vita, la sessualità, la famiglia, le relazioni sociali, e altri aspetti. Ci ha proposto di riconoscere che l’ambiente naturale è pieno di ferite prodotte dal nostro comportamento irresponsabile. Anche l’ambiente sociale ha le sue ferite. Ma tutte sono causate in fondo dal medesimo male, cioè dall’idea che non esistano verità indiscutibili che guidino la nostra vita, per cui la libertà umana non ha limiti;
5) Papa Francesco ci ricorda che questi contributi dei Papi raccolgono la riflessione di innumerevoli scienziati, filosofi, teologi e organizzazioni sociali che hanno arricchito il pensiero della Chiesa su tali questioni. Non possiamo però ignorare che anche al di fuori della Chiesa Cattolica, altre Chiese e Comunità cristiane – come pure altre religioni – hanno sviluppato una profonda preoccupazione e una preziosa riflessione su questi temi che stanno a cuore a tutti noi. E, nelle primissime pagine della sua enciclica sull'ecologia, avanza un invito chiaro e forte: « In questa Enciclica, mi propongo specialmente di entrare in dialogo con tutti riguardo alla nostra casa comune ».

Piero, Simonetta e altre/i amiche/ci di PrimalePersone. Non possiamo lasciar perdere questa occasione per allargare i nostri recinti. Assumiamo una iniziativa comune, nei singoli territori per iniziare ad articolare al meglio le varie fasi della conversione ecologica di cui ci vantiamo essere portatori e convinti sostenitori. Facciamolo mettendo a base della discussione l'enciclica papale "Laudato sì". Facciamolo cercando e creando approcci, confronti, convergenze anche con l'articolato mondo cattolico italiano. Lasciando perdere però quelli che, notoriamente, sono bravi solo a battersi il petto, da perfetti farisei, ma poi ciò che devono fare lo fanno nascondendo la manina ai meno furbi, che puntualmente ci cascano. Alcuni distinguo sarà bene farli!
Pino
Cita messaggio
#16
(10/06/2015, 17:01)muo piero Ha scritto: LA SALUTE e  il MERCATO DEGLI ANZIANI:  Meno di vent'anni orsono é nato  per il marketing il mercato dei seniors.  Nella pubblicità costantemente proiettante dei giovani o dei bambini, sono comparsî deglî anziani in piena forma certo  , per publicizzare prodotti vari loro destinati.  E fin qui va tutto bene . Ma cosa ne é degli anziani di quarta generazione ed in cattiva salute che non consumano quasi più i prodotti di largo consumo?
Sono fuori dal mercato?  Ebbene no perché nel grande business dei medicinali sono parte congrua .
Parlo ora della Francia, che conosco bene per abitarvi da 40 anni.
La Francia é probabilmente tra i grandi paesi quello dove il welfare e la salute pubblica sono di miglior qualità. Tuttavia gli anziani francesi sono i più grandi consumatori di sonniferi ,sedativî e di neorolettici. Ora   i medici geriatrici hanno rilevato varie anomalie  dovute a questo sovraconsumo tra le quali:
- insonnia cronica e conseguenze del cattivo riposo
- perdita di memoria accelerata
- stato confusionale che aumenta considerevolmente i casi di cadute con fratture gravi di cui 20% conducenti alla morte nell'anno seguente
- consumo a vita delle statine ( anti colesterolo)  dopo i 90 anni, quando non servono più a nulla ma provocano molti effetti collaterali tra cui perennî dolori muscolari.
- amministrazione sistematica ai malati di Alzeihmer di neurolettici che servono a niente e creano gravi danni collaterali.
- somministrazione di medicinali a effetto contrastante e pericoloso.
La cause concrete di questa situazione sono:
- accesso facile e intieramente rimborsato agli specialisti che prescrivono per loro conto senza considerazione seria delle prescrizioni altrui.
- burocratizzazione dell'assistenza del medico generalista che ,complessato dalle prescrizioni degli specialisti,
non coordina il quadro globale.
- lassismo dei farmacisti che non detettano o mettono in guardia da prescrizioni di medicinali in contrasto.
- lassismo dei laboratori farmaceutici che non testano mai  i medicinali su dei malati anziani ed in cattiva salute ma si fermano ai 70 anni e solo su persone in forma. Di conseguenza le messe in guardia e la  lista dei rischi da somministrazione é falsata per gli anziani sofferenti.
Intanto la quarta etá é un grande business per i gruppi farmaceutici, fonte di PIL per cui anche chi governa chiude gli occhi.

Il CAMBIAMENTO é indispensabile anche qui ! Il consumo da profitto ha superato la linea rossa del bisogno reale e dell'utilitá reale , con gravi danni alle persone!
Indietro tutta!  Purtroppo possiamo attenderci poi un altro danno collaterale. Oggi gli anziani sono un buon business e farli invecchiare anche in cattive condizioni rende e fa PIL!  Domani quando non fossero più un business diventeranno un peso insopportabile per la società? Il lobbing del business rischia di essere soppiantato da quello dell'eutanasia!
Triste.

Piero

Per questa tematica c'è da prendere una nuova strada da percorrere che parte soprattutto da una sanita etica e da una informazione consapevole che possa raggiungere tutti a partire dagli anziani che più necessitano di cure mediche e assistenza sanitaria.
Sto proponendo una legge che permetta possibilita di scelta di cure in base Art.Cost.It. 32 che prevede libertà di cure.
In base alla costituzione si dovrebbe avere la possibilita a partire da ospedali e centri di prima assistenza sanitaria la possibilita di avere a scelta dei pazienti Erboristi,Naturopata,dietisti,chiropratici ecc ecc.

Liberta di cure vuol dire trovare negli ospedali la possibilita di essere curati con la medicina naturale olistica e non solo con la medicina scientifica non veritiera spacciata per la migliore.
Oltre un terzo degli italiani si curano con la medicina naturale e le persone sono sempre più informati sulla vera medicina e alimentazione naturale.
Basta trucchi e disinformazione dei mass-media corrotti per non dirci la verità e favorire le lobby di potere.
Lo strapotere mediatico ed economico ha portato la società verso un punto di non ritorno dove le lobby della chimoco-farmaceutica non solo la fanno da padroni ma impongono anche stili di vita sin dall'infanzia che portano la società a essere sempre più ammalata e bisognosa di cure mediche a volte non necessarie se ci fosse cultura alla base e per base intendo sin dalle scuole.
Da sempre mi batto per una sanità etica e la responsabilizzazione dei pazienti e della riqualificazione della medicina verso una nuova rieducazione ma purtroppo troppi privilegi a partire da chi opera dal di dentro fà sì che ci siano troppi "sordi e orecchie da mercanti."

INSERISCO UNA BOZZA

PROPOSTA - PROGRAMMA di RIFORMA SANITARIA

Introduzione alla Medicina Naturale  +  Il Decalogo della vita Sana  + Certificazione di qualita' in medicina

E’ evidente che al giorno di oggi è messa in forte discussione la funzionalità della Sanità, la sua ideologia, il suo monopolio, la pretesa infallibilità, le sue regole e per l’operatore sanitario, il “modo” moderno di fare il medico, che ha prodotto la perdita dell’Arte medica, divenendo in genere, salvo rari casi, un semplice rappresentate delle Case farmaceutiche.
Un'ex direttore dell’OMS, Hiroshi Nakajima, ha detto che l’Etica Medica dovrebbe divenire una disciplina obbligatoria in tutte le facoltà di medicina e che i medici dovrebbero continuare a studiarla anche dopo la laurea.
Questa “nuova” materia aumenterebbe la sensibilità dei medici rispetto alle decisioni che devono adottare nell’esercizio della loro professione e porterà sicuramente ad un gran risparmio di denaro pubblico, ottenuto attraverso l’eliminazione degli sprechi e dei tanti disservizi di cui si occupano così spesso la cronaca e la magistratura.
Ma la mancanza più grave anzi gravissima, è che il "moderno medico" NON conosce tutte le tecniche sanitarie possibili, anche quelle delle Medicine Biologico Naturali, non è quindi in grado di ottemperare nei confronti dei suoi pazienti il Vero “consenso informato”, che oltre ad essere sancito dal codice deontologico è divenuto in Italia, obbligatorio per legge.

vedi: Fondamenti della Medicina Naturale + Medicina alternativa + Centri di Medicina Naturale + Ospedali di Medicina Alternativa + Evidenze cliniche e Certificazione di qualita' per il medico

Sintesi di Proposta di Riforma della Sanita' in Italia:
Prevenzione e Gestione sanità, in 12 Punti:
1 - Informazione ed educazione obbligatoria alla salute, alimentazione ed igiene pubblica al cittadino e nelle scuole, specie l’Universita’, da parte dello stato, ma non come ora, il quale segue solo le "linee guida sanitarie" dettate da Big Pharma.  
(vedi sotto Prevenzione primaria) - Verifica ed educazione alla salute anche della popolazione immigrata
2 - Verifica con rieducazione-riqualificazione dei medici e di tutti gli operatori sanitari, compresi quelli delle Discipline Bio Naturali, affinche’ imparino anche tutte le cure, quelle NON invasive della Medicina Naturale, oltre alle possibili tecniche diagnostiche non invasive, es. la Semeiotica biofisica, ecc.
- Specialmente la Rieducazione-Riqualificazione dei medici deve prevedere anche nuove linee guida universitarie, slegate da Big Pharma, con tutte le tecniche sanitarie possibili della Medicina Naturale, oltre alle possibili tecniche diagnostiche non invasive, es. la Semeiotica biofisica, e per il medico Valutazione periodica annuale, della qualità (con certificazione di qualita' dei propri servizi erogati, vedi: Evidenze cliniche e Certificazione di qualita' anche per i medici) e funzionalita’ (con certificazione di qualita' dei propri servizi erogati) anche delle varie strutture sanitarie ospedaliere, anche quelle convenzionate con il SSN, (strutture private), dei medici ed operatori sanitari in genere del territorio in base ai risultati, pena la sospensione dall'attivita'.
Questo in quanto soprattutto i medici sono corresponsabili del fatto che si incrementano i malati CRONICI per le indotte malattie iatrogene; inoltre il malato cronico tende a divenire disabile - vedi sotto: (D) - e/o a morire prematuramente, per l'incapacita' e l'impreparazione dei medici a risanarlo.
- Rivalutazione  contratti medici nel SSN e privatistico (ricordiamo che il medico italiano è largamente il meno pagato tra i paesi  con reddito superiore)
In un serio e qualificato Programma  di Riforma della Sanita' occorre introdurre nei vari punti ove si parla di informazione al cittadino, per la prevenzione, la cura e le varie terapie non ancora introdotte nel SSN Italiano.
In questo programma che proponiamo, DEVE trasparire con EVIDENZA che, per poter raggiungere quei risultati, tenendo sempre presente la “Liberta’ di Cura”, come ben auspicato in questa riforma, se non si prevede la “ri-educazione dei medici”, tutto DECADE.
I rimedi alternativi si diffondono a insaputa dei medici
Anche in ambito pediatrico, soprattutto per le patologie croniche, l'impiego di medicine complementari e rimedi alternativi è molto comune, ma molto spesso il medico curante non ne è a conoscenza: una nuova indagine Canadese appena ha confermato che la diffusione di questi metodi è in aumento un po' dappertutto, anche se è molto variabile da regione a regione, dovrebbe essere valutata con più sistematicità da chi è chiamato a gestire complessivamente la salute dei pazienti pediatrici.
I ricercatori guidati da Sunita Vohra, del Dipartimento di Pediatria dell'Università dell'Alberta, in Canada, hanno valutato attraverso questionari sottoposti in inglese e francese ai familiari dei pazienti la prevalenza e le caratteristiche dell'uso di medicine complementari e alternative in 10 diverse cliniche di varie sottospecialità pediatriche (in pazienti con disturbi cardiologici, gastroenterologici, neurologici, oncologi e respiratori) collocate in due ospedali pediatrici collocati nel Canada occidentale, a Edmonton, e nella regione centrale di Ottawa.
Anche se le caratteristiche demografiche delle due popolazioni - in tutto i questionati validi analizzati sono stati 926) erano simili, la percentuale di utilizzatori di rimedi non convenzionali (con in testa supplementi multivitaminici e con minerali, prodotti erboristici e rimedi omeopatici tra i prodotti e massaggio, chiropratica, rilassamento, aromaterapia tra le pratiche - che sono solo terapie palliative della Medicina Naturale), è risultata essere del 71% in un ospedale e del 42% nell'altro.
Il dato messo in rilievo dagli autori è quello dell'insufficiente attenzione da parte dei clinici: anche se la maggior parte dei genitori interpellati ha dichiarato di sentirsi a proprio agio all'idea di discutere di rimedi alternativi con il proprio pediatra, molti pazienti che usano medicine complementari e alternative accanto alle medicine ufficiali (leggasi farmaci di sintesi), tuttora non ne discutono con i propri medici, dato che questi ultimi li ignorano.


Rieducazione - Riqualificazione dei medici:
Senza questa FONDAMENTALE azione di ri-educazione  della figura del medico, e’ IMPOSSIBILE attuare un Programma di VERA Riforma della sanita', in quanto gli attuali medici (c.a 350.000 nella sola Italia) cioe’ il 99% di essi, sono TOTALMENTE all’OSCURO della Medicina Naturale (medicine alternative, quelle utili) e delle sue tecniche Diagnostiche-Terapeutiche principali, che se applicate portano ad  un costo sanitario pari quasi a zero euro !
Come possono gli attuali medici  educare la popolazione alla prevenzione ed alle terapie non  invasive,  se gli operatori sanitari stessi non sanno cosa  fare e dire sulle varie tecniche preventive, cio’ avviene  in quanto sono stati educati alla scuola universitaria di Big Pharma, o Big Alimentari…..o di prevenire le malattie, se non sanno come fare per diagnosticarle, quando stanno apparendo i primissimi sintomi nella microcircolazione, che sono danni NON evidenziabili con gli attuali sistemi diagnostici ? e tutto cio’ a costo quasi a zero ??
Malattie croniche e la disabilita' del malato cornico:
- chi porta il malato verso la malattia cronica e la sua disabilita' ?
il medico che lo ha curato ne e’ l’unico responsabile, in quanto NON conoscendo tutte le tecniche terapeutiche possibili, ed utilizzando farmaci di sintesi, senza eliminare le cause che producono il male dell’ essere (la malattia) che sono sconosciute alla medicina ufficiale che quel medico ha imparato,  lo porta inesorabilmente verso la cronicita’, se non addirittura verso la disabilita' e/o il trapianto o la morte prematura.
Basta con l’ipocrisia e la dedizione a questo tipo di medicina farmacologia dettata da Big Pharma, occorre se vogliamo attuare questo programma, introdurre il concento a chiare lettere che occorre:
- RIEDUCARE-Riqualificare i MEDICI sulle varie e possibili tecniche diagnostiche e terapeutiche alternative, della Medicina Naturale.. ed individuare gli “istruttori” per attuare tale programma rieducativo.
Quindi occorre individuare e disporre anche le figure professionali e/o gli Istituti adatti e professionalmente preparati per Ri-educare-Riqualificare anche i medici cosi' come tutti gli operatori nella sanita'.

Spesso i medici si lamentano perché non vengono coinvolti nei percorsi di cambiamento che sembrano imposti esclusivamente da logiche di contenimento dei costi.
E’ giusto che si lamentino ma cosa dovrebbero dire i cittadini allora ?
Quando mai è stato chiesto loro cosa si aspettano dal Sistema Sanitario e dal loro medico di famiglia ?
Allora ripartire davvero dalla medicina di base vuol dire in realtà ripartire dalle basi della medicina. Invece questo tipo di soluzione sembra allontanarsi sempre di più forse perché è molto facile farsi sfuggire ciò che non si sta cercando. Basterebbe però guardare le cose da un altro punto di vista, questo ad esempio:
Riqualificazione-Rieducazione dei Medici =Certificazione di Qualita’
La qualificazione della prestazione professionale si basa sulla conformita` della medesima a norme tecniche UNI ISO, UNI EN ISO, UNI EN e UNI, di seguito denominate «normativa tecnica UNI», di cui alla direttiva 98/34/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 giugno 1998, e sulla base delle linee guida CEN 14 del 2010.
I requisiti, le competenze, le modalita` di esercizio dell’attivita` e le modalita` di comunicazione verso l’utente individuate dalla normativa tecnica UNI costituiscono princıpi e criteri generali che disciplinano l’esercizio autoregolamentato della singola attivita` professionale e ne assicurano la qualificazione.
Tratto da: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServ...658074.pdf

Nelle Universita’ e nelle scuole di medicina attualmente in essere in Italia, esiste gia’ qualche scuola-corso di medicine alternative e/o naturali, ma tanto per vs informazione e per aver contattato personalmente i vari docenti in questi corsi-scuole, ponendo domande precise sulla Medicina Naturale, (sono molto attento al sorgere di questi corsi), ho avuto la certezza che vi e’ per ora, tanta prosopopea ed  in compenso tanta ignoranza ed incompetenza in  materia.
Chi e’ in grado quindi di formare i "formatori-tutors,docenti", cioe' gli istruttori dei medici sulle tematiche alternative ?
Per fare cio' occorre anche costituire dei “Comitati di controllo e di indicazione” formati anche da Cittadini competenti, operatori delle medicine alternative, medici allopati, avvocati, ripartiti in parti uguali fra le parti, affinche’ si discuta e si proponga sul COME attuare la rieducazione dei medici e la formazione di sanitari, capaci a sanare.
Questa e’ l’unica soluzione per risolvere questi problemi ed attuare seriamente un Programma di Riforma che debba essere approntato.
- all'interno degli ospedali, cliniche, proprio per poter esercitare la Liberta’ di cura, dietro richiesta da parte del paziente, devono potersi utilizzare pratiche non invasive, proprie della Medicina Naturale ad es. l'anestesia fatta con agopuntura e non con i farmaci, che lasciano un'intossicazione lenta da smaltire..
3 - Prevenzione trasmissione malattie sessuali, per mezzo della corretta informazione.
4 - Prevenzione e Cure NON invasive di tutte le malattie.
5 - Riordino dell’ecologia ambientale per una vita migliore (ecologia antropocentrica)
6 - Agricoltura esclusivamente biologica-biodinamica - Allevamenti a terra allo stato brado, per gli animali da cibo; tutto cio’ per la produzione di alimenti salubri e per il rispetto degli animali.
7 - Abolizione delle vaccinazioni obbligatorie, in NESSUN caso deve essere contemplata la vaccinazione obbligatoria.
Dunque, occorre l'ASSOLUTA Liberta' di vaccinazione, come nel Veneto ed in Germania ad esempio,  in e per qualsiasi situazione anche imprevista, come epidemie, specie quelle inventate dall'OMS al servizio di Big Pharma.
vedi art. 32 Costituzione:
"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in NESSUN caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana"
E chi pone i limiti del proprio rispetto, se non l’individuo stessa.
Quindi Liberta’ ASSOLUTA per le vaccinazioni !
Ma nel futuro prossimo se vogliamo salvare dal fallimento la Sanita' italiana e mondiale le vaccinazioni vanno ABOLITE assolutamente perche foriere di qualsiasi malattia, specie nei bambini, (malattie piu' o meno gravi, vedi: malattie gastrointestinali, celiachia, autismo ecc....) e che essi purtroppo si trascinano per tutta la vita, regalandole anche ai figli e nipoti...
8 - Liberta' di cura ASSOLUTA ed in ogni caso (Eutanasia compresa) richiesto dal soggetto malato, o dai suoi famigliari, in caso di impossibilita' di scelta del malato.
9 - Trasparenza e Conflitti di Interesse
Per una seria Riforma sanitaria in Italia, soprattutto in tema di "Trasparenza" migliore:
Tutti i soggetti che intendano lavorare per la Sanita' e/o all'interno di essa, specie se come Dirigenti di un qualsiasi settore di essa, debbono presentare nel loro curriculum personale, la dichiarazione completa dei Conflitti di Interesse o meno, passati e presenti, pena l'impossibilita' a lavorare in essa.
I documenti del Conflitto di Interesse dovranno essere pubblicati, affinche' siano a disposizione di tutti, senza vincoli, ne' blocchi, nel sito dell'Ente per il quale lavorano, assieme alle loro retribuzioni ed ai curricula.
Questo deve valere anche per gli attuali Dirigenti in essere nella Sanita', che debbono obbligatoriamente adeguarvisi, pena il licenziamento, anche nel caso di falsa dichiarazione, e se hanno avuto rapporti pregressi di Conflitti di Interesse con industrie farmaceutiche non denunciati, debbono essere rimossi dalla dirigenza e denunciati alla magistratura.
10 - Abolizione della Vivisezione con una ricerca sui farmaci effettuata SENZA animali (che sono modelli depistanti e quindi pericolosi per le applicazioni successive sull'uomo).
11 - Abolizione dell'Ordine dei medici con la costituzione della Certificazione di Qualita' annuale, dei medici:
- Valutazione periodica annuale, della qualità (con Certificazione di Qualita' dei propri servizi erogati) della funzionalita’ e dei risultati ottenuti, cosi come le varie strutture sanitarie ospedaliere, anche quelle convenzionate con il SSN, (strutture private) e dei medici del territorio in base ai risultati, pena la sospensione dall'attivita'.
12 - Istituzione dei Comitati di Controllo:
- Individuazione degli “istruttori” per attuare tale programma rieducativo.
- Quindi occorrono anche le figure professionali e/o gli Istituti adatti e professionalmente preparati per Ri-educare-Re-informare i medici.
- Nelle universita’ e nelle scuole di medicina attualmente in essere, esiste gia’ qualche scuola-corso di medicine alternative e/o naturali, ma tanto per vs informazione e per aver contattato personalmente i vari docenti di questi corsi-scuole, (sono molto attento al sorgere di questi corsi), ho avuto la certezza che vi e’ per ora, tanta prosopopea ed  in compenso tanta ignoranza in  materia.
Chi e’ in grado di preparare i formatori e controllori dei medici ? Per ora nessuno.
- Occorre quindi costituire dei “Comitati di controllo, verifica e di indicazione” formati da Cittadini, operatori delle medicine alternative, medici allopati, ripartiti in parti uguali fra le parti, affinche’ si discuta e si proponga sul COME attuare la rieducazione dei medici e la formazione di sanitari, veramente capaci a sanare.
La Verifica e rieducazione del medico si rende assolutamente necessaria affinche’ il medico impari anche tutte le cure, quelle NON invasive della Medicina Naturale, oltre alle possibili tecniche diagnostiche non invasive, es. la Semeiotica biofisica, in modo che esso possa effettivamente applicare la Liberta' di Cura richiesta da sempre piu' pazienti.

In questo contesto di Riforma occorre inserire anche problema delle crescenti cause legali contro i medici, da parte dei pazienti, per tentativi di richiesta di risarcimento danni piu' o meno validi.
In questo contesto occorre inserire il concetto della: "Responsabilita' del malato", inerente il fatto che un soggetto che denuncia un medico deve sapere che dovra' rispondere nel caso di sentenza favorevole al medico, le spese di diffamazione nei confronti del medico. E qui si innesta il problema delle assicurazioni che i medici debbono obbligatoriamente avere per cautelarsi dai problemi che ne possono derivare.
Dovrebbe essere la Sanita' stessa che assicura i medici e le strutture ospedaliere, con una compartecipazione da parte dei medici alle spese, da definirsi, con contratti regionali e/o nazionali e non lasciare il medico in balia dei "ricatti" assicurativi (aumenti) oggi all'ordine del giorno.

Ma occorre anche inserire un'altro concetto: quello della "Responsabilita' del malato", per il fatto che un soggetto, alimentandosi male, drogandosi, ubriacandosi, facendo-attuando rischi inutili alla sua vita-salute, cioe' comportandosi in modo da arrecare possibile danno a se stesso ed agli altri, non puo' e non deve pesare finanziariamente ed unicamente sulla societa' (Sanita') senza pagarne personalmente le conseguenze...anche finanziarie, se non introducendo il concetto del risarcimento allo stato (Sanita'), per il danno arrecato.

Proposta: creare una sorta di carta della Sanita' a punti, coe' meno un soggetto si ammala e meno paga di assicurazione sulle malattie e/o incidenti; piu' uno si ammala o crea incidenti di varia natura, piu' paga....In modo da costringere i cittadini a comportarsi in modo da non cadere ammalati e/o non creare incidenti su se stessi o sugli altri, salvo la casualita' dell'incidente stesso.
Ovviamente questi concetti andrebbero studiati nei particolari, ma questi sono concetti importanti dai quali partire.

Vedi: (D)
Avendo presenziato, come giornalista investigativo a vari tipi di Commissioni Comunali a Milano vi faccio una breve sintesi di alcune riguardanti la DISABILITA' sempre piu' drammaticamente crescente.

Commissioni del Comune di Milano, sulla DISABILITA' del 27/02/2013 - Palazzo Marino.
- la Prima commissione, riguardava la disabilita’ degli anziani. (presenti l’assessore alla Sanita’ di Milano + l’ASL (dirigente di Milano.
- la seconda riguardava la didablita’ infantile, in particolare quelli autistici in fase di ascesa esponenziale, rispetto a 10 anni fa.

Tutte le due commissioni hanno illustrato l’incapacita’ della attuale sanita’ a seguire caso per caso l’enorme aumento di disabili (anziani e bambini-giovani), additando ed illustrando  le prime iniziative atte a cercare e tentare di risolvere il grave problema, che fra parentesi ha costi enormi sempre crescenti ,data la continua domanda di assistenza, che si incrementa di anno in anno in modo esponenziale.
Per gli anziani e per i bambini-giovani si e’ richiesto un fronte comune: Piattaforma contenente i dati informatici unificati con relativa rete web, che segua l’iter  e la formazione dei soggetti-enti che debbono lavorare sul tema della riabilitazione e/ aiuto + ufficio unificato direzionale Lombardo e successivamente Nazionale coordinatore di tutto il settore, mediante la suddetta piattaforma web.

Bambini e ragazzi autistici
Tutte le idee presentate (alcune sono piccole iniziative per i bambini-giovani autistici, in minima parte sono gia’presenti sul territorio (solo nella scuola elementare- un solo istituto scolastico), con classi particolarmente attrezzate per i bambini-giovani autistici,
E’ stata illustrata con diapositive  la pratica di queste azioni (da parte di enti privati: associazioni autonome sull’autismo + cooperativa  che fornisce insegnanti appositamente istruiti per seguire i bambini e giovani autistici, che e’ convenzionata con il settore Sanita’ del Comune e quindi pagate dalla collettivita’)  

Queste iniziative private offerte al Comune di Milano per il settore Istruzione- riabilitazione (private ed in futuro speriamo  pubbliche) non possono che essere che definite lodevoli, ma purtroppo queste iniziative sono  ancora alla fase embrionale (minime, ma pare funzionino),  dovrebbero essere divulgate ed attuate in altri istituti, ma esse andrebbero seguite nei particolari esecutivi, con soggetti di verifica che ne abbiano  la competenza, cosa ancora prematura, che potrebbero aiutare il perfezionamento delle strutture, degli enti sanitari e dei professionisti che ci lavorano.

Questo e’ cio’ che ho detto alla commissione per la disabilita’ autistica; avevo chiesto al Presidente, come giornalista investigativo specializzato in Sanita’ da 40 anni, ed ottenuto la parola, anche se per ultimo, e con solo 2 minuti di intervento, ed in estrema sintesi, alla fine della riunione:
Il Vero problema pero’ per la sanita’ (che costa enormemente in denaro alla collettivita’-pubblico), NON sarebbe di privileggiare la “gestione del malato”, anche se necessaria data l’urgenza del tema che si incrementa ogni giorno di piu’, ma la gestione dell’ammalamento (malattia), cioe’il  ricercare le VERE cause che hanno portato il soggetto nel tunnel del dolore e dell’ammalamento.
E le vere cause sono gia’ note da decenni, ma non si vogliono, da parte degli enti sanitari, da parte dei medici allopati, ne’ discutere, ne’ divulgare, per gli enormi interessi esistenti dietro la gestione del malato.

RICERCA DEVIATA ai MEDICINALI che MANTENGONO la MALATTIA CRONICA.
INTERVISTA al PREMIO NOBEL per la  MEDICINA: RICHARD J. ROBERTS. - MEDITATE  e CONDIVIDETE !
Il vincitore del Premio Nobel per la Medicina, Richard J.Roberts, denuncia il modo in cui operano le grandi industrie farmaceutiche nel sistema capitalistico, anteponendo i benefici economici alla salute e rallentando lo sviluppo scientifico nella cura delle malattie perché guarire non è fruttuoso come la cronicità.

Seguendo questa strada SBAGLIATA, la Sanita’ fra ed entro 10 anni (2023) non sara’ piu’ in grado di fornire servizi ospedalieri  ed assistenziali, perche la crescita enorme di domanda di assistenza di tutti i tipi, drenera’ le poche risorse finanziarie che OGGI abbiamo e che domani non ci saranno piu’ !

Vorrei ricordare una ennesima volta:
E’ un nuovo modello di Salute (ideologico e pratico) che deve essere instaurato ABOLENDO l’attuale improntato solo alla “gestione del malato” e non improntato alla ricerca sulle vere cause dell’ammalamento, perche’ non si puo’ continuare a rappezzare su un vecchio vestito con pezze nuove, ma occorre cambiare il vestito stesso.

Per ottenere questi traguardi occorre quindi ricercare ed indicare le Vere cause dell’ammalamento del soggetto, non solo autistico, per evitare che divenendo malato cronico, debba avviarsi anche alla disabilita’, con dolore e costo non solo per la famiglia ma anche per la sanita’ stessa (denaro pubblico).

Analizziamo le varie cause della DISABILITA' :
- da trauma-incidente
- da malattia cronica
- da intossicazione da alimenti (raro), da farmaci (raro), da madri con amalgami dentali (raro), da protesi corporee (raro).
- da vaccino (MOLTO frequente nei bambini-ragazzi, specie autismo e problemi biologici e  neurologici)
Per i particolari, vedi: Autismo referenze Bibliografiche
Disabilita’
- da trauma-incidente:
NON e’ possibile fare molto (salvo in futuro e forse con le cellule staminali), quindi occorre trovare soluzioni immediate per aiutarlo a vivere con il minor danno, migliore dignita’ ed indipendenza possibile, aiutando ed informando le famiglie presso cui in certi casi vivono, leggi esistono vanno solo fatte osservare da parte dello Stato, Comuni, enti stessi !.
- da malattia cronica:
qui il discorso si sposta sull’imperizia e l’incapacita’ dei medici e delle strutture sanitarie al sanare il malato, in quanto si utilizzano per tentare di curarli, farmaci di sintesi, come a loro insegnato all’universita’ in mano a Big Pharma…(per le linee guida sull’istruzione dei medici nelle cattedre di medicina), che intossicano maggiormente il malato oltre a bloccare i processi di guarigione e quindi la malattia persistendo ed aumentando di intensita’ nell’organismo con il passare del tempo, lo rende cronicamente malato.
Quindi e’ l’imperizia e l’impreparazione degli attuali medici, che in buona fede, attuano il programma di gestione del malato e non di gestione della malattia fino alla guarigione, e cio’ accade perche’ i medici sono formati dalla Universita’ che NON insegna loro tutte le possibili tecniche e cure risolutive della Medicina Naturale e quindi licenzia medici in buona fede, ma carenti di nozioni atte alla soluzione dei problemi di salute dei malati e quindi essi nei fatti li rendono cronicamente malati con enorme aggravio di dolore e spesa per i soggetti stessi, le loro famiglie ed infine per la Sanita’.
- da intossicazione: da alimenti (raro), da farmaci, da madri con amalgami dentali, da protesi corporee
Qui occorre fare qualche considerazioni,le intossicazioni gravi prodotte dalla continua ingestione di tossine derivanti da alimenti che sempre piu’ industrializzati e con cibi coltivati su terreni intossicati dai fitofarmaci, pesticidi, ingrassi chimici (fertilizzanti), senza contare gli allevamenti di animali da cibo, che anch’essi sono allevati ignorando le piu’ elementari nozioni dell’allevamento salubre allo stato brado, e siccome sono facilmente malati, li imbottiscono di farmaci di sintesi chimica, portando al macello animali ammalati, intossicati e gonfiati dai farmaci che bloccano i sintomi della malattia e che medici veterinari non sufficientemente capaci e preparati dalle universita’, non sanno curare in modo non invasivo o fanno finta di non vedere, i segnali nel corpo dell’animale che indicano il loro stato di salute, non per nulla gli Ebrei con i loro rabbini rifiutano le carni provenienti dagli attuali macelli, non solo per il tipo di macellazione, ma anche e soprattutto perche’ la maggior parte degli animali che controllano vengono scartati, in quanto da loro verificati come animali malati.
Altro problema e’ l’ingestione di metalli assunti nei cibi perche’ essi vengono cotti in pentole di rame, alluminio, ecc. sostanze che si depositano negli organismi umani generando anche con altri cofattori, nel tempo, anche gravi intossicazioni, es. alzheimer, ecc.
Per i Farmaci ormai e’ noto che molti farmaci contengono ad esempio metalli che sono tossico-nocivi (es. alluminio-zinco ecc.) che nel tempo determinano la comparsa, specie nella terza eta’, di gravi malattie degenerative invalidanti.
Amalgami dentali,
e’ ormai nota l’intossicazione da mercurio delle amalgami, infatti sempre piu’ odontoiatri dismettono l’utilizzo di queste sostanze metalliche molto tossico-nocive, che hanno generato e generano non solo allergie continue dette croniche, infiammazioni  specie gastrointestinali, autismo e malattie neurologiche, malattie autoimmuni e degenerative di qualsiasi tipo, vedi:
..\cure_natur\enzimi_Sistemi_trasporto_elettrone_giusy_arcidiacono.pdf
Protesi metalliche, idem qui sopra: amalgami dentali.

- da Vaccino:
Qui il discorso e’ molto articolato e lungo, quindi rimando alla lettura (studio e riflessione) ai link qui sotto indicati:
a)  Le sostanze tossico-nocive vaccinali (virus e batteri o parti di essi)
vedi: Contenuto dei Vaccini + Metalli tossici nei vaccini e sistema enzimatico - PDF (dott. M. Proietti)
con alterazione del sistema enzimatico:
.

- queste sostanze tossico-nocive, essendo iniettate, bypassando le piu’ importanti e principali difese immunitarie (pelle + mucose) arrivano direttamente nei liquidi del corpo (sostanze saline) e destabilizzano i vari sistemi corporei, iniziando specialmente da quello gastrointestinale:
e nervoso (centrale e periferico) - vedi: Danni Neurologici con i vaccini + Danni Biologici
vedi: i vari meccanismi dei danni dei Vaccini
....generando un esercito sempre piu’ crescente di malati cronici, disabili  e/o ammalati in modo grave, con: disfunzioni dello sviluppo che e’ l’anticamera dello spettro Autistico, AUTISMO, ADHD, cancri, sclerosi, MCS, e non solo, ma anche immunodepressioni, autoimmuni, allergie+asma, ecc.

Azioni vaccinali, tossico nocive molto negative, gia’ segnalate al Ministro della sanita’ fin dal 1996
Con relativa presentazione di Interrogazione Parlamentare:
Studio clinico su 48 soggetti dell'equipe del dott. M. Montinari presidente dell'associazione Universo Bambino
...e pubblicato su rivista specializzata italiana di medicina e chirurgia.

I vaccini lo ricordo una ennesima volta’ non proteggono la comunita’, neppure con il cosiddetto falso ed inesistente “effetto gregge”

Per finire ricordo che se continuiamo ad ammalare i nostri figli con i Vaccini, favorendo solo le case Farmaceutiche  e seguendo gli enti statali e privati,  per ora collegati e/o indottrinati da Big Pharma, sprofonderemo in un tunnel di dolore e di mancanza di denaro dal quale non potremo piu’ risollevarci non solo in Italia ma anche come Umanita’ intera !

Vi invito a studiare seriamente il problema che e’ ENORME, senza pregiudizi e/o precedenti vs informazioni ricevute dalla medicina ufficiale che ha indottrinato con il modello attuale fallimentare della medicina allopatica, modello che va sostituito con uno piu’ organico e completo, integrando la Medicina Naturale e Complementari, come gia’ indicato dalla OMS ed in Italia nelle normative della Reg. Lombardia, Ordine dei medici, ed enti scientifici specifici che hanno il mandato dalla Regione stessa, es. il GAT (Gruppo Approfondimento Tecnico della Reg. Lombardia per la Medicina Complementare e rete HPH).
Naturalmente le opposizioni e le resistenze saranno NOTEVOLI....per l'influenza e/o collusioni ormai accertate, che l'industria farmaceutica ha nella burocrazia, dirigenza e politica in Italia ed estero....

Continua............
Cita messaggio
#17
Giuseppe,

la tua proposta di legge a favore della medicina naturale in senso lato é un vero volano di cambiamento. Non é ammissibile che la medicina naturale e la medicina allopatica siano in conflitto o quanto meno che lo siano gli operatori per degli interessi contrapposti da difendere.
Che i medici allopatici patiscano la medicina naturale o la deridano anche é una realtà al quotidiano. Che si esca praticamente sempre da una visita medica dal generalista o da uno specialista con qualche pillola chimica da ingoiare é palese. Che il medico di famiglia non faccia da tutor e da coordinatore della salute generale del paziente é quasi sempre vero. Formazione, qualificazione, tempo, salario le cause sono certo multiple ma é grave.
Vista la consistenza della tua proposta proporrei a tutti di costituire  una rubrica  tipo " Verso la legislazione del cambiamento " o similare e alla voce SALUTE inserire la tua proposta ,che servirà con altre che verranno ( vai Ugo!) ad alimentare i gruppi di lavoro che potranno costituire in crescendo le notre proposte legislative per un grande cambiamento. Sarà poi man mano che ognuno lo proporrà facile estendere le voci quanto necessario ( lavoro, istruzione,giustizia,ambiente,fiscalità,difesa......).E' vero che ci sono già i forum tematici
ma un approccio "legislativo" mi pare vincolarci fortemente ad un impegno propositivo dettagliato,ciffrato,ecc. Fa anche parte di una strategia di animazione concreta di APP.
Piero
.
Cita messaggio
#18
Per quanto riguarda i miei link su questa discussione riguardanti l'enciclica di Papa Francesco "Laudato sì", informo che sul forum ho iniziato una nuova discussione dal titolo "Enciclica LAUDATO SI'_ Propongo di promuovere giornate di studio", alla quale rimando per chi fosse interessat@


Ciao
Pino
Cita messaggio
#19
Ciao Pino
ho preso posizione su Laudate Si' .
Piero
Cita messaggio
#20
GLI ULTIMI VALORI:

Negli ultimi 50 anni abbiamo vissuto , per varie ragioni ,la caduta o la banalizeazione di una serie di valori storici di cui non discuto qui la qualità etica o l'utilità sociale  :
- il valore "patria" relativizzato nei discorsi in seguito alla sopressione del servizio militare obbligatorio , in conseguenza al lungo periodo senza guerra in Europa Occidentale e nella costruzione di spazi nuovi come la UE che dovrebbero relativizzare la nozione di nazione ( anche se ne siamo lontani per ora!).
- il valore " famiglia" disgregato dal dilagare dei divorzi  e dalla diminuzione dei matrimoni   anche dovuta alla crisi economica che tocca sopratutto i giovani.Ma questa disgregazione del matrimonio é ancora prima nata come culturale ( nel 1969 alla corte di Gallino, passai un esame sul testo di Silvio Fanti " Contro il matrimonio"), si inserisce ora ,a controcorrente ,la contro tendenza del matrimonio tra persone dello stesso sesso.
- il valore " figli" disgregato dalla contraccezione ,ma anche dal sentimento diffuso che sono un peso per nutrirli ed educarli , e che costituiscono una privazione individuale di libertà. La disoccupazione e la precarietà hanno dato una spinta ulteriore a questo disimpegno, tant'é vero che nel 2014 anche gli immigrati, da sempre più prolifici degli italiani  hanno procreato meno dell'anno precedente ( dixit INSTAT).
- il valore "persona umana" diventata " il consumatore" a 360% , oggetto di profitto nelle società neo liberali dopo essere stato oggetto di sfruttamento nelle condizioni di lavoro indecenti che ancora affettano le società in via di industrializzazione.
- il valore "lavoro" dilaniato da una sua rarefazione ma anche dall'accettazione  sempre più ridotta dei lavori manuali, culturalmente deprezzati ma forzatamente di fatica. La meccanizzazione ha alleviato  le fatiche ma anche ridotto i posti di lavoro creando falde crescenti di disoccupati.
-il valore "salute " fisica e mentale tramite l'ingestione dei cibi trattati con i pesticidi,i diserbanti,i coloranti,i conservanti,gli edulcoranti, tramite l'inquinamento ambientale,il fumo, le droghe,il sedentarismo, il rumore.
-il valore " convivialità " . Il cammino soppiantato dall'auto individuale, il cortile ,l'oratorio, il circolo ed il bar soppiantati dalla televisione famigliare. I commercianti di quartiere spazzati dai supermercati  periferici ai quali si accede solo ed individualmente in auto. Il risultato sono i villaggi morti,senza gente in strada, senza bambini nelle piazze. I nuovi condomini non hanno spazi per i bambini, perché possono danneggiare le auto che hanno preso il loro spazio vitale d'antan,la strada.
- il valore " rispetto" : rispetto e cura degli anziani confinati se possibile in casa di riposo,il rispetto dei bambini di cui i nonni ,giovani e benestanti ,soffrono la guardia perché toglie loro della libertà. Il rispetto dell'habitat aggredito in tutti i sensi dalle discariche selvagge o organizzate. Il rispetto dell'acqua che beviamo e dell'aria che respiriamo. Il rispetto della terra che ci nutre , straziata dal cemento ,dal bitume  e dall'incuria.
- il  valore "rispetto del prossimo" vicino o lontano . Tremendamente attuale l'ostracismo ai migranti ,agli stranieri ,ai diversi,anche ai turisti o ai randonneurs del fine settimana.  Indifferenza alla tratta dei migranti,alle loro torture, ai massacri di massa se sono lontani dai nostri confini.Indifferenza allo stupro,alla schiavitù del lavoro sotto pagato e senza orari. Indifferenza alle catastrofi naturali ricorrenti.
- il valore "equità " . Il non pagar tasse  risentito come la nuova giustizia. L'indifferenza generale all'evasione, alla corruzione, al peculato.
- il valore "democrazia " con la rinuncia crescente al voto, generata dalla degenerazione del sistema partitico,dei suoi privilegi e abusi.

Ma due soli valori intrinsecamente collegati crescono ogni giorno " L'INDIVIDUALISMO" e LA PROPRIETA' PRIVATA".
Uno é il vaso comunicante dell'altro . L'individualismo esige che l'individuo possa avere tutte le libertà',tutti i diritti,tutti i piaceri,tutti i mezzi tra cui il mezzo principe é la proprietà privata.
La proprietà privata é "il valore" del capitalismo e del neo liberalismo. Il solo ,sostenuto dal sottovalore della libertà di intraprendere senza pastoie, di accumulare senza limite e che nessuno deve contrastare.
Questo valore non é solo dei ricchi ,é universale . Dal possesso di un telefonino, di una bicicletta, dell'auto,di un orticello , della casa, del conto corrente, del conto in borsa. Guai a chi tocca!
Questo é più ideologico di quanto non sembri o sia dichiarato .In effetti il capitalista, il cumulatore ha bisogno che questa mentalità sia generalizzata al massimo, anche tra i poveri per poter giustificare il suo accumulo di ricchezze tra le mani di pochi. É un sistema di condizionamento, di corruzione mentale e di estintore delle pulsioni rivoluzionarie. La prova? Non vi é rivoluzione in vista da un bel po' di tempo.
Ufficialmente  il valore " proprietà privata" é il più difeso e la sua offesa la più punita anche se non ha generato danni o violenza. Cassiere di supermercato sono state condannate perché hanno preso nel cassonetto degli scarti due banane annerite per portarle ai figli, per l'esempio!  Divieto é fatto ai mendicanti di rovistare nei cassonetti dei supermercati per cercare cibo.  Prelevare due ciliege su un albero che nessuno raccoglie più per dissetarsi é intollerabile.
Come é possibile generare giustizia, uguaglianza ,solidarietà davanti a un valore così imponente che é quello della "proprietà privata" . E' mio ,perché devo parteggiarlo?  Me lo sono guadagnato, vattelo a guadagnare!
Sei solo geloso, troppo facile! Ma allora se devo pagare tasse lavoro di meno, non rischio più ! Sono alcune delle risposte  quotidiane alla richiesta di giustizia sociale. Ma nessuno vuole prendere in conto l'obiezione seguente : quanto della tua ricchezza non é proprio pulita? Quanto e quanti  hai tu rubato, evaso, sfruttato
per cumulare ? Se millioni di umani non hanno da mangiare e noi da mangiare tanto da sprecarne un terzo ,ma anche magari da mangiare dieci, cento,mille volte al giorno  come é possibile non dare loro un po' del proprio eccedente e superfluo parandosi dietro il valore  intrattabile della " proprietà privata"?

Non so se sia il benicomunismo che sogna Alain Boudiou o i proclami continui di Papa Francesco che potranno smontare il valore supremo della "proprietà privata" che é largamente la causa del declino degli altri valori umani e sociali collettivi  ma sicuramente da questo smontaggio dipende direttamente la possibilità di un vero Cambiamento del mondo. Il mondo non é mai stato così ricco, ma mai cosî infelice! La felicità , anche se relativa , puó solo scaturire dal benessere collettivo non di un paese ma del mondo.
Piero
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)