Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
PROGETTI PARALLELI: VERSO LA CONFLUENZA
#21
(11/05/2015, 19:04)Pino Romano Ha scritto:
(08/05/2015, 20:09)Rossano Recchia Ha scritto: Ciao Vincenzo grazie della risposta. Noi di Progetto X ....
Da quello che leggo l'idea organizzativa di AE era abbastanza differente dalla nostra di Progetto X.Sulla questione della spinta digitale alla partecipazione sono assolutamente d'accordo.
Grazie per l'attenzione.

Ti dispiace Rossano sintetizzare le differenze tra le due idee organizzative, di Progetto X rispetto ad APP
Lo chiedo per accorciare i tempi dell'annusamento e dell'avvicinamento tra le due esperienze che vedo come simbiotiche
Grazie

Ciao Pino rispondo volentieri alla tua domanda.La prima cosa che è evidente e la sottolinea anche Vincenzo è che il modello di AE serviva a creare una organizzazione interna ad AE stessa mentre il modello di Progetto X serve anche a includere movimenti,partiti,comitati e associazioni che hanno magari anni di attività sui territori lasciandogli la massima autonomia.Ovviamente lo statuto che proponiamo è accompagnato da alcuni regolamenti (elettorale,degli organi interni,operativo e dei circoli) che sono conseguenti e coerenti con quanto espresso nello statuto che proponiamo. Come scritto sopra pensiamo che una organizzazione ben regolamentata è l'unico modo per non far nascere in automatico quei "gruppetti dirigenti spontanei autonominati" (nel 5 stelle denominati cerchi magici ad esempio) che alla fine sono sempre la causa della rottura di un progetto magari bellissimo in partenza.Ovviamente siamo altrettanto certi che la organizzazione debba essere accompagnata da contenuti ed iniziative e che le tre cose Organizzazione,Contenuti e Iniziative debbano viaggiare parallelamente. Se vedete bene quando si va a fare una asemblea per tentare di unire (ho una certa esperienza) c'è chi vuole che si parta dai contenuti ,chi dalle iniziative ,chi dall'organizzazione...ma basterebbe capire che una cosa non esclude l'altra e che debbano assolutamente coesistere. Siccome io sono poi uno "malizioso" (mi permetto una nota personale) credo che in alcuni personaggi che ho incontrato in questi anni ci sia anche un voler sviare dalle regole per mantenere una sorta di "leadership interna" personale che sa di vecchio partito.Detto questo più nel merito: La nostra proposta è simile ma non verticale in quanto (anche per semplicità ed efficienza, ma soprattutto per amore della democrazia diretta) costruisce DUE tipologie di assemblea: regionale e nazionale, per la base (su web - assemblee permanenti) e per i rappresentanti (rappresentanti regionali e allo stesso tempo nazionali, con i relativi coordinamenti).
La Assemblea Nazionale è costituita dall'insieme delle assemblee regionali, che ne sono i sottoinsiemi.
Cioè sottoinsiemi regionali del nazionale, sia dei rappresentanti che della piattaforma web.
Le persone si iscrivono singolarmente, sempre. Cioè i circoli territoriali e le associazioni si federano e i loro iscritti si iscrivono singolarmente, contando singolarmente.
Sta proprio in questa modalità il punto forte. Le associazioni federate portano il peso delle loro idee con il peso del numero dei loro iscritti che si iscrivono anche al progetto (doppia tessera in pratica).
Non c'è nessuna piramide, si tratta di rappresentanti eletti al primo livello, sempre.
I Coordinamenti sono dei piccoli governi operativi di nominati, ma soggetti a verifica.

Certo poche righe non bastano e siamo a disposizione per spiegare di persona meglio e più nei dettagli attraverso chi ha lavorato in questo ultimo anno e mezzo alla elaborazione tecnica del modello.
Allego un piccolo schema.


Allegati
.pdf   Presentazione Progetto e Organizzazione Rev 1.pdf (Dimensione: 373,18 KB / Download: 193)
Cita messaggio


Messaggi in questa discussione
RE: PROGETTI PARALLELI: VERSO LA CONFLUENZA - da Rossano Recchia - 13/05/2015, 10:18

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 3 Ospite(i)