Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
ELOGIO DELLA PARTECIPAZIONE
#1
Per avere un fondamento democratico un voto deve essere copioso e rappresentare il parere e la volontà di molti. I politici ,tesi ad ottenere a tutti i costi il potere assoluto, danno il cattivo esempio con premi di maggioranza enormi attribuiti a un " successo elettorale" lontano dalla maggioranza semplice degli aventi diritto al voto che é la base storica di ogni decisione democratica. Quindi da una grande astensione ed un premio di maggioranza enorme, un partito con 20% degli aventi diritto al voto, potrà governare per cinque anni e con poteri assoluti un paese. Se oggi per Renzi questa prospettiva é allettante perché si sente forte ed é un grande arrivista, domani se vince Salvini o in Francia Marine Le Pen ,sarà un bel guaio garantito per i paesi e per l'Europa. Tutta questa introduzione per arrivare a noi, APP! L'importanza del numero dei partecipanti e dei votanti é fondamentale per dare un assestamento condiviso e democratico ai voti.
Alla votazione fatta su LQFB a soggetto la " partecipazione alla coalizione sociale " argomento tutt'altro che secondario, hanno votato in 5 di cui tre sì! La risposta é stata vincente ! Vincente con 5: 197 iscritti = "maggioranza " del 2,5 !!
La butto in caciara per cercare di provocare un dibattito che mi pare necessario . La mia percezione é che Prima Le Persone, sia stato il refugium peccatorum essenzialmente dei dissidenti da AE, o quanto meno dalla leadership di RC partitica sponsorizzata da Marco Revelli. Posizione quindi difensiva e conservativa e non ancora offensiva. Gli aderenti di APP sono anche aderenti di altre Associazioni, Movimenti e Partiti quindi devono frequentare e partecipare a tante altre iniziative, che hanno uno zoccolo comune di intenti e di finalitá sociali diluendo fatalmente la loro capacità di partecipazione e forse anche il centro di interesse.
Conclusione: per attivare più di partecipazione e quindi di voto, APP deve andare all'attacco, osare, stimolare,incuriosire,interessare per diventare il veicolo piú credibile per chi crede veramente che un mondo sociale,politico,economico ed ambientale diverso é pensabile.
Il tutto partendo dalla base, ma da tanti basisti . L'esperienza bella di Cambiaresipuó tirata verso l'alto dai professori eminenti é finita quando uno per uno questi per varie ragioni hanno spento la radio. Idem per AE con il ritiro di Camilleri e recenti di Spinelli, Viale e tanti altri. La base non era abbastanza partecipativa, agguerrita, sicura delle sue idee e della sua forza! Ognuno di noi convinto, potrá fare più proseliti convinti e durevoli che tanti divi notori dello schermo, della penna o del foro.
Scateniamoci!
Piero
Cita messaggio


Messaggi in questa discussione
ELOGIO DELLA PARTECIPAZIONE - da Piero Muo - 22/05/2015, 11:12

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)