Dove stiamo precipitando? Perché?

di Laura Cima

Mi ero ripromessa una pausa, delusa di come sta procedendo questa tornata elettorale, ma oggi l’indignazione preme talmente che non posso piú stare zitta. Avvengono fatti terribili, ad alcuni dei quali ci stiamo assuefacendo, come gli stupri di donne, ultimo quello di due giovani, di 19 e 21 anni consigliere comunale uno e militanti entrambi di Casapound, organizzazione neofascista che andrebbe sciolta e a cui invece é stato concesso di presentarsi anche alle europee senza raccogliere firme, in barba a leggi e regolamenti vigenti, nel silenzio complice di tutti. O come i femminicidi, che ogni volta mi lasciano sconvolta anche per le cronache giornalistiche e le sentenze complici, a volte in modo sfacciato, e per le conseguenze sui figli, davanti a cui gli assassini non si preoccupano di agire, mandando magari alla propria madre la raccomandazione di badargli, prima di uccidere la moglie mentre le due piccole dormono nella camera accanto e poi, suicidarsi. Pensate cosa significa trovare appena sveglie, a sei e tre anni, i cadaveri insanguinati dei tuoi genitori.

Presentazione pubblica

pub-calabria.pngIl movimento “10 Idee per la Calabria” è un soggetto politico che vuole proporsi sulla scena calabrese, nella consapevolezza che la Calabria stia vivendo una condizione drammatica e soffrendo da troppo tempo l’assenza di una classe dirigente. L’intenzione è quella di avanzare una proposta politica innovativa, fondata su alcuni caratteri distintivi:

  • l’aggregazione di un gruppo consistente di promotori accomunati da un comune sentire, persone libere, responsabili, credibili, competenti, aperte al dialogo, attive nel sociale, con storie limpide e dignitose;
  • l’elaborazione di idee, programmi e proposte, a partire dalle competenze ed esperienze possedute, ma in un’ottica di confronto con le comunità locali; poche idee, mature e fattibili, da assumere come obiettivi prioritari di governo; non visioni vaghe, ma proposte progettuali con soluzioni ben individuate e condivise;
  • l’innalzamento della qualità del dibattito politico regionale attraverso il coinvolgimento di personalità autorevoli, di associazioni e movimenti credibili, di componenti politiche, culturali e sociali sane, per perseguire un processo di rinnovamento delle classi dirigenti;
  • la composizione di un fronte unitario di liste elettorali, attraverso l’aggregazione di persone di elevato profilo e riconosciute qualità, che intendano mettersi al servizio della regione, senza scopi di carriera, capaci di assumere responsabilità di governo della cosa pubblica in modo autorevole.

Fridays for future

friday.pngdi Guido Viale

Il 12 e il 13 aprile si è svolta a Milano la “due giorni” di Fridays for future Italia. La sera del 12 con una conferenza scientifica affidata a quattro esperti: sulle fonti rinnovabili, sulle ripercussioni in agricoltura, sullo stato della ricerca, sul negoziato internazionale e sulla dimensione sociale dei cambiamenti climatici.

Testo partecipazione PlP alle elezioni EU 2019 ai partecipanti al Fronte Popolare

Nel ringraziare i proponenti della lista per le Europee del 26/05/2019 (Sinistra Italiana) nata dall'appello iniziale di Luigi de Magistris, l'Associazione Prima le Persone, a seguito di decisione collettiva secondo la nostra metodologia, declina la partecipazione diretta alla lista per proseguire nel progetto iniziale di formare un corpo politico che veda realizzato quanto da più parti proposto per la sinistra intera nel solco di quanto discusso in oltre nove mesi d'incontri.
Non mancherà il nostro supporto personale coscienti della necessità storica in questa fase particolarmente drammatica e di regressione democratica.
Lavoreremo sin da ora ad una proposta politica aggregativa che vada oltre il passaggio elettorale, mantenendo i contatti con tutte e tutti coloro che intendono unire le persone per la costruzione di uno spazio politico ampio ed alternativo a quello sistemico vigente.

Assemblea Permanente Prima le Persone

Pagine

Abbonamento a Prima le Persone RSS