Aldo Rotolo

Premesso che nell’UE ci sono un bel po’ di cose sbagliate:

– trattato di Maastricht

–      ”      ”  Dublino

–       ”      ”  Lisbona

– Eurogendarmeria

– procedure di decisione Ademocratiche

-Parlamento che non conta un accidente

…e molte altre…

Però in EU non si fanno trattati contro la povertà o sui rifugiati, che sono i nostri fratelli sfruttati e vittime di guerre e regimi sostenuti se non direttamente creati da NOI OCCIDENTE!

 

Per non parlare dei MURI: da Berlino ’89 in poi sono cresciuti in altezza e numero come in Palestina,Spagna/Marocco,Maxico/USA e in UE.

 

E’ assolutamente necessario, INDISPENSABILE che anche noi in Italia “ci diamo una mossa”, perchè se l’Italia, non solo con la pur “volenterosa” ALTRAEUROPA CON TSIPRAS, volenterosa sì ma fatalmente insufficiente anche a suo tempo…avesse promosso un MOVIMENTO GRANDE E UNITARIO di APPOGGIO al tentativo greco…forse sarebbe andata diversamente, magari riuscendo anche a coinvolgere altri Paesi, e una linea più vicina a quella di J.Varoufakis avrebbe avuto spazio politico e forse avrebbe anche potuto vincere e con essa il popolo Grecoe l’Europa tutta!

In opposizione a quella moderata e rinunciataria che anima il governo Tsipras che si è così trovato, nell’isolamento sostanziale, costretto a cedere al ricatto della troika e dei poteri forti che le stanno dietro, appunto per non aver programmato una linea diversa – pure, almeno, indicata chiaramente dall’OXI.

 

Passiamo a qualche “modesta proposta” anche operativa:

 

– colleghiamoci anche usando i social

– vediamo stavolta di EVITARE la coltivazione degli orticelli dei organizzazione

– lottiamo anche a livello parlamentare EU per far scrivere e approvare un documento ufficiale per RIPUDIARE LA GUERRA – cfr. art 11 Cost. it.

– un programma di investimenti nella società per un nuovo modo di produrre cose e servizi utili a noi tutti popoli EU e non solo a lorsignori

– LA DEMOCRAZIA NON E’ SOLO UN METODO MIGLIORE DI MOLTI ALTRI, MA DEVE ESSERE IL NOSTRO FINE!

– bisogna che le burocrazie sindacali si tolgano “dalle balle” , o meglio che ce le togliamo, per lasciare il passo ad un sindacato europeo unitario e di classe. 

– contro l’internazionale dei padroni e banche & C. ci vuole una nuova internazionale per il socialismo. (socialismo o barbarie non è mai più una profezia terribile, ma un presente contro cui dobbiamo lottare uniti,e siamo obbligati a vincere!)

– così anche le organizzazioni politiche sia quelle +/- storiche che quelle di “nuovo tipo” devono cominciare a lavorare insieme nella direzione di una federazione continentale della maggioranza contro i privilegi della minoranza – infima non solo per numero, per un futuro di alternativa, se no non c’è futuro per il pianeta!

 

Se il movimento in Francia, che ora è all’avanguardia – come già lo fu in anni lontani, ma importantissimi non solo per chi li ha vissuti, avesse un momento di “stanca” allora forse toccherà a noi quì, e allora sarà il nostro turno di dare una mano … ricordiamoci del MAGGIO…

 

Last but not least, sono del tutto d’accordo con quanto dice la compagna A.M.Rivera, sul rapporto equilibrato che è necessario avere con gli animali e con tutto il resto del pianeta di cui occorre ricordare sempre che siamo ospiti tra milioni di altri. E vorrei ricordare anche quanto scoperto da uno scienziato di grande valore anche politico, W. Reich, ai suoi tempi, sul potere dell’amore con la sua teoria orgonica.

 

BUON LAVORO A TUTTI NOI, CHE’ NE AVREMO PROPRIO BISOGNO, PERCHE’ CI ASPETTA UN LAVORO EPOCALE!