Adesione a Prima le Persone

Cara amica, caro amico,
Ci hanno raccontato che avrebbe portato benessere e ricchezza ma giá all’inizio, a Seattle con il movimento Noglobal, abbiamo contrastato questa globalizzazione che ora pare non vada piú bene neppure a chi l’ha creata.

Una globalizzazione che ha creato in quasi un ventennio disastri irreversibili: degrado ambientale e cambiamenti climatici, le guerre continue e la violenza intollerabile su donne, bambini, migranti e civili, l’aumento delle diseguaglianze e la concentrazione di ricchezza nelle mani di pochi, la perdita delle identità e la distruzione delle economie locali, la riduzione della sovranità popolare, un debito, in gran parte illegittimo, aumentato vertiginosamente negli Stati e nelle amministrazioni locali che, insieme alla finanza che detta legge, arricchisce banchieri e multinazionali, impoverendo sempre più la quasi totalità della popolazione mondiale a cui sono sempre meno garantiti anche i diritti fondamentali.

Di fronte a tutto ciò, l’elezione di Trump, con appena il 23% del voto popolare, non è che l’ultimo episodio che cambia le carte in tavola. Judith Butler, teorica ed attivista molto seguita anche da noi, dice che è giunta l’ora di fondare nel suo paese un terzo partito “in grado di unire al di là delle origini etniche e di classe]…[fondato sui principi della democrazia reale “ e non piegato ai valori neoliberisti, capace di contrastare il populismo di destra “che sembra condurre dritto ad un nuovo fascismo”.

Nel nostro paese la frantumazione della sinistra e la mutazione in destra avvenuta attraverso gli ultimi quattro governi decisi senza elezioni, l’affermazione del populismo a parole dei grillini e la destra becera di Salvini e aggregati, hanno favorito l’ultima vittoria referendaria del No alla riforma autoritaria della nostra Costituzione e l’affossamento dell’Italicum. Sappiamo bene però che alla guida di questa resistenza c’erano moltissimi senza partito, militanti di vari movimenti che hanno avuto la capacità di unirsi e vincere. Oggi si tratta di far leva sull’indignazione per tradurla in forza democratica inclusiva e egualitaria. “ I corpi hanno dei bisogni che devono essere soddisfatti affinchè possano continuare a vivere” e la politica deve garantire a tutti la dignità e la speranza di felicità. Non possiamo piú permettere che ci governi chi non abbiamo eletto e che tutti i partiti pensino innanzitutto a conservare un ceto politico che non rappresenta altro che gli interessi di chi si arricchisce sulle nostre spalle.

Nel marzo del 2015 abbiamo lanciato il nostro movimento “PRIMA LE PERSONE” e ci siamo dati, sin dalla nascita, obiettivi chiari e irrinunciabili:
la difesa e l’attuazione della nostra Costituzione, a partire dall’art 1 sul diritto a un lavoro dignitoso per tutte e tutti, in particolare per garantire un futuro ai giovani; la conversione ecologica per un radicale cambiamento degli attuali modelli economici, produttivi, di mobilità, perché il Pianeta non dispone di risorse naturali sufficienti a sostenere la “crescita senza limiti”, e il conseguente avvelenamento prodotto; la lotta alle diseguaglianze economiche verso una redistribuzione della ricchezza e una uguaglianza di opportunità; la salvaguardia e l’uso civico dei beni comuni; i servizi sociali a favore delle persone più deboli; la partecipazione diretta dei cittadini tutti alle decisioni collettive, ripensando l’organizzazione politica; la rifondazione di un’Europa dei Popoli come era nella carta di Ventotene; la partecipazione attiva per risarcire i paesi distrutti da guerre, rapine e siccità, da dove partono i migranti, corridoi umanitari e accoglienza come giá succede in alcuni comuni, con reciproca soddisfazione; favorire la pace riducendo drasticamente gli armamenti e sollecitando gl’interventi dell’O.N.U. Ci servono risorse per continuare. Di conseguenza, stiamo invitando tutti gli iscritti e simpatizzanti a PLP a contribuire con una quota associativa di almeno10 €. Se sei studente o disoccupato dovrai solo dichiararlo e continuerai ad avere tutti i diritti di ogni iscritto, compreso il diritto di votare, senza pagare la quota finchè non potrai farlo. Ma a quegli iscritti che possono contribuire, chiediamo di farlo.

PRIMA LE PERSONE Assemblea Permanente

 

PER LE NUOVE ADESIONI A PRIMA LE PERSONE https://www.primalepersone.eu/
PER RINNOVARE L’ADESIONE PER IL 2017 puoi versare la quota associativa tramite
BONIFICO BANCARIO a favore di “PRIMA LE PERSONE”
IBAN: IT88A0501804000000000216931c/o Banca Popolare Etica – Filiale di Bari indicando nella causale Nome e Cognome e specificando se si tratta di quota associativa 2017 o donazione.
versamento su POSTEPAY 5299 4880 0028 7561 presso Uffici Postali e Ricevitorie abilitate (in questo caso risulta utile inviare mail di avvenuto versamento)
PayPal (tasto PayPal sul sito in fondo al fourm d’iscrizione)

Aiutaci a far conoscere Prima Le Persone. Presentaci un amico per invitarlo ad unirsi a noi!
Un abbraccio,
Prima Le Persone gruppo Comunicazione
Contatto e-mail: info@primalepersone.eu

le nostre pagine web:
www.primalepersone.eu
www.altraitalia.it

la nostra pagina Facebook https://m.facebook.com/primalepersonepersone.eu/

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More