Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Teleconferenza "Noi" del 04.03. Raccomandazioni e informazioni.
#1
Bene se Ugo entra in quel manicomio (COT): spero abbia pazienza e nervi saldi a sufficienza.

Mi dispiace che ieri Ugo non fosse in collegamento con noi in videoconferenza visto che è anche stato chiamato in causa da Domenico quale possibile coordinatore del gruppo statuto.

Invito tutt* a partecipare alle videoconferenze in quanto utili momenti di discussione collettiva resi possibili dalle attuali tecnologie. La prossima settimana ne svolgeremo un'altra con definizione del giorno ed iscrizione a partecipare attraverso il doodle che ci invierà attraverso questa ML Mario Sommella.

Colgo l'occasione per un'altra raccomandazione importante evidenziata ieri tanto da Giovanni che da Athos, cioè quella di usare il forum del sito http://www.primalepersone.eu/cms/forum/index.php per il lavoro di preparazione dell'assemblea nazionale di "Noi" a fine marzo e, più in generale, per postare tutti quegli interventi che possano dar luogo a "discussioni" al fine di non intasare la ML e riservarla a comunicazioni ed informazioni.


Ricordo infine che Laura Cima si è gentilmente resa disponibile a fare il report della teleriunione di ieri ma attende dagli intervenuti la sintesi dei loro interventi.
In particolare è attesa la sintesi del lungo intervento di Domenico che ha tracciato un'ipotesi di scaletta per il 28-29/03, proposto la redazione di numerosi documenti preparatori e diviso i relativi compiti tra noi.

Dato che tra oggi e Roma c'è in mezzo Bologna (iniziativa Quintavalla) ci siamo lasciati stabilendo di prendere diretti contatti con lei per capire bene il senso e l'articolazione dell'iniziativa (una due giorni credo 14-15/03) per valutare quali possano essere le forme più incisive della nostra partecipazione.
Chi ha diretti contatti con Cristina Q. si proponga per questo contatto da fare al più presto e di cui attendiamo gli esiti.
Cordiali saluti.

                               Vincenzo
Cita messaggio
#2
Riporto qui l'intervento di Gian Luigi postao in mail list.



Riporto una sintesi di quanto da me detto ieri sera in videoconferanza:

1. Nonostante che la data della nostra assemblea sia stata ormai definitivamente fissata al 28 e 29 marzo, ritengo che la data del 28 possa penalizzare la nostra assemblea per diversi motivi. La concomitanza con la manifestazione nazionale della Fiom a Roma  porterà via parecchi possibili partecipanti in quanto se è vero che saranno già a Roma, è anche vero che probabilmente andranno solo alla manifestazione in quanti molti di loro verranno con i pullman organizzati e dovranno regolarsi sui relativi orari. Inoltre anche noi parteciperemo alla manifestazione che non si sa ancora se si svolgerà al pomeriggio o comunque fino al pomeriggio. Quindi c’è il rischio che i nostri orari debbano slittare e quindi avere poco tempo per svolgere quanto previsto. Sarebbe stato meglio avere diverse ore consecutive che tre ore al pomeriggio e tre al mattino dopo. Inoltre l’eco della manifestazione, che si baserà anch’essa sulla “coalizione sociale”  farà passare anche nei vari dibattiti in rete in secondo piano la nostra assemblea concentrandosi sui commenti di quanto uscito dalla manifestazione Fiom. Poco realistico anche pensare di poter coinvolgere lo stesso Landini o Rodotà assorbiti completamente dalla manifestazione e da quanti li tireranno per la giacchetta (vedi partiti e altri).

2. Trovandoci quindi ad avere a disposizione un tempo minimo e frammentato in due mezze giornate avrei visto più favorevolmente una plenaria, non sul tipo di quella svolta al cinema di Bologna, ma più come quella a latere (della Pallacorda...) svolta la mattina del giorno dopo sempre a Bologna. Non quindi uno sfilare di oratori ma un confronto tra tutti i presenti. Fare dei gruppi di lavoro, anche se concettualmente lo trovo più valido, nella situazione data rischia di essere in realtà più dispersivo e soprattutto di risultare poco approfondito al momento di tirare le somme riunendosi insieme per riferire e stilare un documento.

3. Credo che si vada inevitabilmente verso una rottura con l’altra parte dell’Altra Europa (Torelli, Revelli, ecc.). Oggi Antonello Falomi (Cot) in una email interna di Azione Civile ha criticato duramente l’articolo di Viale definendo quello che prospetta confuso e vecchio e ribadendo che la linea giusta è quella portata avanti da Revelli & Co. e che non c’è nessun tradimento del progetto originario in quanto non è mai stato quello che noi sosteniamo. Teniamo anche conto che ora loro stanno cavalcando una loro malintesa interpretazione di coalizione sociale e faranno passare il loro accodarsi a Landini assieme ai soliti partiti dal PRC fino ai civatiani come la coalizione sociale che tutti auspicano cercando di sminuire e vanificare almeno nel significato le nostre posizioni.
Questo conferma ulteriormente che ormai loro hanno preso una strada opposta alla nostra e che non ci sarà nessuna possibilità di trovare alcuna forma di ricucire questo strappo.

4. In Liguria avevamo come Altra Liguria messo online una pagina per indicare candidati,. Invece dall’alto è spuntata la candidatura a Presidente di Regione di Giorgio Pagano ex PDS, per dieci anni sindaco della Spezia che non rappresenta certo una candidatura di rottura. Inoltre si va verso una lista unitaria Rete a Sinistra in cui l’Altra Liguria dovrebbe essere un partitino accanto agli altri (da PRC a civatiani).

5. Riguardo alle future adesioni a quello che nascerà (se nascerà) credo che debbano essere a titolo individuale e che sia importante studiare un modo per cui i partiti ,anche attraverso la sommatoria di loro adesioni individuali, non si ripresentino a condizionare il futuro movimento. Al proposito sarei più propenso a chiudere qualsiasi forma di ingresso in coordinamenti vari non solo a dirigenti di partito ma anche a singoli aderenti ad altri partiti.

Gian Luigi


Cita messaggio
#3
qui il dudle per la settimana dal 09/03 al 14/03
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)