Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 2 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Annamaria Rivera: [L'Altra Europa] sulla chiusura di questa mailing list
#1
Da: annamaria rivera
Date: 21 febbraio 2015 17:55
Oggetto: Re: [L'Altra Europa] sulla chiusura di questa mailing list
A: lista tispras generale referenti <referenti-regionali-e-territoriali-altraeuropa@googlegroups.com>

Agli ideatori della cancellazione di questa mailing-list, ai copiaincollatori di NetEtiquette e Regole, a chi ha approvato.

Mi sembra di sognare. Anzi, di avere un incubo alla Orwell, se non alla Zamjàtin (l’autore di Noi, per chi non lo conoscesse).

Ricostruiamone le tappe.

Il Comitato Organizzativo Transitorio Provvisorio (qui e più avanti uso le maiuscole per adeguarmi allo stile burocratico-autoritario dei nostri Dirigenti), annuncia la decisione di cancellare per sempre l’attuale mailing-list, nido di logorroici, screanzati e buontemponi, ma soprattutto di contestatori e sovversivi.

Si pronuncia contro questa decisione la maggior parte dei compagni e delle compagne (o forse la NetEtiquette proibisce questi appellativi?)

Ciò malgrado, il Comitato Organizzativo Transitorio Provvisorio -intanto diventato Quasi Definitivo sebbene ancora Transitorio- decide a maggioranza di rendere Definitiva la decisione.

Prima di approntare una nuova mailing-list, selettiva e controllata (pardon: regolata da Facilitatori, rigorosamente maiuscoli anch’essi), si dà una NetEtiquette che

“prende le sue basi (è quasi un copia incolla in realtà) da un forum che niente ha a che fare con la politica (anzi una sua regola è ‘non si parla di politica’)”.

Il suo compiaincollatore o compiaincollatrice non ha alcun pudore ad ammettere che ha estrapolato da un contesto improprio il codice atto a “facilitare una discussione sana”. Piccolo dettaglio: sana o malata che sia, in tal caso la discussione è quella di una comunità politica, che discute di politica e che si colloca a sinistra.

E’ come se si pretendesse d’imporre a un sindacato le regole di comportamento di un’associazione d’imprenditori.

Eppoi, mettiamo che a qualcuno venga un sussulto di nostalgia del ’68 o che voglia solo sfidare convenzionalismo e conformismo, gli saranno censurati “La fantasia al potere”, “Diamo l’assalto al cielo”, “Una risata vi seppellirà” e altre genialità simili? Non credo siamo previste dalla NetEtiquette...

Ma vi rendete conto? Siete così conformisti, così subalterni alla cultura dominante che, invece di dare qualche minima regola di buonsenso a una mailing-list un po’ turbolenta e zuzzurellona, non sapete far altro che sostituirla con una embedded e dominata dalla sub-cultura della rete? La quale trascina con sé e rafforza anche analfabetismo di ritorno (o di andata e ritorno): ben illustrato dagli svarioni non solo della famosa petizione su Change.org, ma anche di queste stesse NetEtiquette e Regole.

Infine: in questa specie di Tavole della Legge sostenete che i piccoli problemi "si risolvono a birra e salsicce”. Quindi, non potendo i vegetariani, i vegani e gli allergici alla birra risolverli in tal modo, saranno espulsi?

Non sfidate il senso del ridicolo: potrebbe succedervi di essere seppelliti da una risata.

Annamaria Rivera
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)