Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 1 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
16-17 luglio Napoli
#21
Caro Marco, difficile ricostruire esattamente ed alla virgola come sono andate le cose, di sicuro c'è stato un difetto nella comunicazione fra noi. Ma non ci sono canali riservati: il tutto è avvenuto in una videoconferenza dove io c'ero e mi pare anche tu (e dove comunque tutti avrebbero potuto esserci): una certa cosa è stata detta ma non è stata recepita per come era nelle intenzioni: cattiva spiegazione o cativa interpretazione? Impossibile da sapere e comunque assolutamente irrilevante. La lezione che, a mio parere, possiamo trarre da quanto avvenuto è che dobbiamo parlare di più, ed esplicitare meglio, anche a costo di essere politicamente poco corretti se l'alternativa è che si ritrovino a decidere persone non completamente informate; questo ha causato il problema che abbiamo vissuto.

Sull'organizzazione dell'incontro, ripeto, facciamo una cosa per volta: come prima verifichiamo se c'è o no la disponibilità dell'ambiente napoletano, più o meno nel suo insieme, non una sola parte, a collaborare con Primalepersone nell'organizzazione e nel lancio dell'iniziativa. Su questo Mario saprà riferirci al più presto, comunque entro domenica, spero anche prima. Saputo quello decideremo come procedere (per inciso le soluzioni che proponi mi piacciono entrambe, ma la prima dipende dalla precondizione di cui sopra). I problemi grandi vanno scomposti e risolti un pezzettino alla volta.
Cita messaggio
#22
@ Marco mi permetto di dissentire sulle "portavoci", per nulla sulle persone che stimo, ringrazio per quanto fatto e quanto faranno ritenendole persone estremamente valide ma sul principio.
Quando abbiamo redatto lo Statuto abbiamo convenuto di limitarci ad eleggere, delegare solo quelle figure cui ci obbliga la legge.
Sono convinto che l'orizzontalità o è o non è, se cominciamo a delegare qualcuno per comodo o altro è finita l'autorappresentanza.
Concordo che non tutti possono fare tutto ma auspico che essendo fra persone mature conoscano i propri limiti e di volta in volta si solleciterà chi riteniamo più preparato e disponibile a svolgere l'incarico contingente, senza elezioni preventive che caricano di responsabilità non sempre voluta e spesso finiscono per fungere da capro espiatorio oltre a inficiare l'orizzontalità.
Cita messaggio
#23
Mi sono permesso di lanciare le due proposte, paritetiche anche se hanno due numeri, in quanto a mio avviso o si accettano tutte e due o comunque sarà difficile ricomporre la situazione, perché qualcuno sentirà sapore di vittoria o di sconfitta, naturalmente sono molto generiche ma indicano dei principi: quello di un chiarimento interno con conseguente avvio di una fase propositiva, sia a livello organizzativo statutale sia a livello di principi politici e quello del carattere regionale di alcune iniziative a partire da quella di Napoli, se ce ne sono le condizioni ora o più in là.
Per quanto riguarda le/i portavoce so bene che non esistono a livello di statuto, ma so anche che Antonella e Roberta non sono piovute dal cielo (altrimenti sarebbero la manna ma sappiamo tutti, o almeno noi, che la manna è una favola), a me sembra che siano state utili, e che  la figura del portavoce anche in futuro lo possa essere, ma già entriamo in quegli argomenti che urgentemente dobbiamo discutere.
Poi credo che dobbiamo anche operare in modo che non si debba più dire: non è un fatto personale, grande stima per..... però,
dobbiamo, ognuno di noi, operare nella consapevolezza che le eventuali critiche che facciamo o riceviamo sono critiche rispetto a fatti e non alle persone, la pratica del consenso serve anche ad abolire i personalismi e credo fermamente che la nostra piattaforma decisionale operi in tal senso.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)