Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
IMPEGNO COSTITUZIONALE TRICOLORE
#1
LA COSA ROSSA , LA CASA COMUNE DELLA SINISTRA, L'ALTRO SOGGETTO POLITICO, NE DI DESTRA NE DI SINISTRA!

Pare non funzioni più niente, il colpo di grazia l'hanno portato questa settimana Bia Sarrasini e Guido Viale che ha posto  ulteriormente il dilemma tra correre per le elezioni o rifondare una cultura civica.

Ma le due cose sono strettamente legate e necessarie , nel senso che in assenza di una buona cultura repubblicana non si puó costruire una buona forza politica e poi un buon governo.

Abbiamo un diffuso sentimento di confusione e di impotenza  e battagliamo intellettualmente rischiando di allontanarci sempre di più dalla base , i cittadini,che perseguiamo.

MA NOI ABBIAMO UNA BASE FORMIDABILE : LA COSTITUZIONE PIU' BELLA DEL MONDO !

Torniamo allora alla radice, alla base della nostra  recente storia repubblicana e probabilmente la' troveremo la rampa di lancio per sbloccare le nostre difficoltà e le nostre remore.

Un breve richiamo storico :
Il 25 Aprile 1945 finiva,dopo sei anni, la guerra mondiale più mortifera e distruttrice di tutti i tempi e con lei il ventennio fascista .
Un anno dopo ed esattamente il 2 giugno 1946 , 89% degli aventi diritto parteciparono al referendum che con 54% dei voti sancì  la fine della monarchia sabauda e la nascita dello stato repubblicano.
Quel giorno fu anche eletta l'Assemblea Costituente  di 556  seggi con un sistema proporzionale .
La Democrazia Cristiana ottenne 35,2% dei voti e 207 seggi ( sarebbe mica contento Renzi!) ,Il Partito Socialista 20,7% dei voti e 115 seggi, il Partito Comunista 18,9% dei voti e 104 seggi, i liberali riuniti nella Coalizione Democratica Nazionale  il  6,8% e 41 seggi ,il Partito Repubblicano 4,4% e 23 seggi ed il Partito d'Azione  1,5% e 7 seggi . Tutti questi partiti costituivano il Comitato di Liberazione Nazionale. Fuori dal CNL il partito del'Uomo Qualunque realizzó 5,3% e prese 30 seggi.
Iniziarono alacremente i lavori per creare la Costituzione e già il 25 febbraio 1947 erano terminati.
Il 22 dicembre 1947 , 458 ( 82,3 % )  deputati votarono la Costituzione e 62 contro ,concretizzando così   con slancio unanime certamente il giorno più bello della storia d'Italia . La Costituzione entró in vigore il 1 gennaio 1948.
Fondato sulla resistenza ,il CLN  diventato partiti elettorali , restó unito sotto il tricolore nel quale si fondevano il rosso dei comunisti e dei socialisti ,il bianco dei democristiani e dei liberali per unirsi nel verde della speranza di un'Italia nuova e migliore . Avevano una bandiera con quei tre colori, fortunata coincidenza della storia, e poi il verde ora  é il simbolo dell'ecologia perpetuando quella speranza di un mondo migliore.

Ecco il Tricolore é il nostro spazio di azione dove il meglio delle fazioni e delle ideologie si lega per il  bene comune, senza diffidenze, pregiudizi, asti e reticenze.
I Tricolore nel 1947 hanno scritto le base della futura vita comune repubblicana , nata da una esperienza terribile di sangue e di oppressione e anelante alla pace,alla fratellanza,alla solidarietà ed alla giustizia sociale.

Questa base straordinaria é la nostra Costituzione ! La possediamo , allora difendiamola ma sopratutto applichiamola!
Ma come farlo senza una diffusa cultura costituzionale ?
Allora bisogna ravvivarla ,renderla esplicita ,fare prendere conoscenza,coscienza e impegni!

Come realizzarlo? Come si fa in religione , rinnovando i voti !  Portando in prima persona l'impegno costituzionale , come un sermento solenne!

Per capire che impegni mi prenderei ,mi sono messo nei panni di un costituente ed in prima persona ho preso il grosso degli impegni costituzionali dei primi 54 articoli, quelli che sono universali, concreti e regolano la vita al quotidiano.
Non é mica roba da poco! E' immenso e anche durissimo , ma é la nostra Costituzione, non abbiamo scelta, se no é solo carta ,come affermava Piero Calamandrei.
Vi sottopongo quindi questo IMPEGNO COSTITUZIONALE individuale e propongo che rivisto ed affinato da chi é più esperto del sottoscritto sia dato ai cittadini ,come un auto test di adesione costituzionale . Non voglio giocherellare con la Costituzione ma quasi quasi se ognuno crociasse aderisco o non aderisco vicino al ogni paragrafo saprebbe subito  che razza di cittadino repubblicano é.

                                                        IMPEGNO COSTITUZIONALE

Questo  Impegno  è redatto per ricordare,risollevare ,rivitalizzare ( in un una forma succinta e in un linguaggio semplice a tutti) , i valori culturali condivisibili da tutti i cittadini che aspirano ad una vita personale e collettiva migliore , indipendentemente dall'età , dal sesso , dall'origine,dal ceto sociale,  dalla religione, dall'opinione politica di ognuno ed in ogni contrada . Esso aspira ad essere una nuova base del pensare e dell'agire insieme per il bene di tutti .Partendo dal dettato della Costituzione Italiana ,la più bella al mondo ,l'Impegno  focalizza i valori culturali che ne sono alla base ,arrichendoli in una luce attualizzata . Questi valori non sono nuovi ,ma sono sovente e sempre di più impolverati e calpestati. Riportiamoli in  auge per ridare fiducia e speranza al nostro avvenire comune e per sapere  chiaramente per cosa  vale la pena di lottare ed agire insieme per il futuro. Letto in prima persona questo Impegno  rivelerà immediatamente ,come un sermento,il suo impatto coinvolgente ,in quanto gravoso  impegno civico personale,osmosi di diritti e di doveri,facendo  finalmente del cittadino l'attore  attivo e responsabile della vita repubblicana.
                                                       
                                                          x x x x x x x x x x x x

-Io ,cittadino della Repubblica Italiana :

1- confermo la mia volontà di vivere in una Repubblica democratica.
2- difendo  i diritti inviolabili di ogni uomo e perseguo la realizzazione dei doveri di solidarietá politica,economica e sociale.
3- affermo  che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale ,e che  sono uguali ,senza distinzioni di sesso ,di razza,di religione,di opinioni politiche ,di condizioni personali e sociali e perseguo  la rimozione di tutti gli ostacoli economici e sociali che sono la causa della perdita di liberta e delle diseguaglianze che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti all'organizazzione  politica,economica e sociale.
4- ritengo inalienabile il diritto a un lavoro dignitoso   ed equamente remunerato e promuovo le condizioni che rendano effettivo il lavoro per tutti.Ritengo  il lavoro un dovere per tutti coloro che lo possono fare secondo le possibilità personali e materiali in condizioni tali da generare per il lavoratore, la sua famiglia e la società un progresso materiale e spirituale.
5- difendo la Repubblica una , indivisibile e laica  ,nella quale operano le autonomie locali.Parlo la lingua italiana come lingua di unità repubblicana ma  rispetto  le minoranze linguistiche ed i dialetti locali,patrimonio  e ricchezza della   nostra storia.
6 - rispetto la libertà di tutte le religioni ,favorisco la loro serena coesistenza   e rispetto le manifestazioni e le pratiche cultuali che non portino pregiudizi al rispetto degli individui e di una   pacifica vita collettiva.
7- riconosco la necessità dello sviluppo della cultura,della scienza e della tecnica  ma  solo nel pieno rispetto del paesaggio e  del patrimonio storico ed artistico del paese veri e  inalienabili beni comuni.
8 -accolgo  ,assisto e  partecipo attivamente all'integrazione  tra di noi dello  straniero che sia  fuggito dal  paese  di origine ove le condizioni politiche,climatiche o sanitarie ne mettano in pericolo  l'esistenza e la sicurezza.
9 - ripudio la guerra come strumento di offesa alla libertà ,ai beni ,alla vita di altri popoli e perseguo attivamente  il dialogo pacifico  e la collaborazione internazionale. Mi impegno ad apportare agli altri popoli in difficoltà tutto l'aiuto materiale e morale che sarà possibile.
10  - difendo la libertà di pensiero,di  parola e di espressione tramite ogni mezzo di diffusione per tutti nel rispetto della dignità personale e della verità.
11 - proclamo il diritto alla giustizia per tutti i cittadini , una giustizia libera,equa ed efficiente . Garantisco a chi non ne ha i mezzi materiali l'accesso gratuito alla giustizia ed a una difesa adeguata.
12 - riconosco la famiglia come società naturale  fondata sul matrimonio tra individui di egual o di altro sesso,favorisco le condizioni che permettano alla famiglia di mantenere ,educare ed istruire degnamente  i figli nati dentro o fuori del matrimonio, procreati o adottati.
13 - eleggo  la  buona salute come uno dei diritti fondamentali di ogni cittadino   e procuro i mezzi ad ognuno per ricevere  le cure  più adeguate che esse siano emanazioni della medicina naturale o della medicina scientifica. Mi impegno a neutralizzare ed a  estirpare dal nostro spazio  vitale  tutte le cause che  generano i problemi di salute che siano legate all'inquinamento,alle condizioni di  lavoro ,ai pericoli diretti ed indiretti  dei trasporti e del traffico, ai danni della cattiva alimentazione, alle dipendenze dall'alcool e dagli stupefacenti . Per garantire l'accesso di tutti alla salute difendo la buona  sanitá pubblica, bene comune inalienabile.
14 -Difendo la libertà di insegnamento delle arti e delle scienze  realizzato nelle scuole pubbliche e private   agenti secondo i diritti e gli obblighi   dettati  dalla legge.
Difendo la scuola libera ed accessibile a tutti , ne difendo la  gratuita reale per l'istruzione inferiore impartita nei primi otto atti obbligatori di scolarità.
Metto a disposizione dei capaci e dei meritevoli di ogni ceto sociale  i mezzi materiali e finanziari  per poter raggiungere anche i gradi più alti degli studi . Per i postulanti privi di mezzi personali e famigliari prendo in carico le borse di studio, gli assegni famigliari  e  le altre previdenze  necessarie per permettere loro di proseguire fino al loro termine gli studi intrappresi in condizioni di paritá con i più abbienti.
15 - Mi impegno a tutelare il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni ed a curare la formazione e l'elevazione professionale dei lavoratori.
Riconosco a tutti i lavoratori il diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e alla qualità del loro lavoro  ed in ogni caso sempre sufficiente ad assicurare  a sé e alla sua famiglia un'esistenza libera e dignitosa.
Difendo che uomini lavoratori e donne lavoratrici hanno gli stessi diritti e,a parità di lavoro,le stesse retribuzioni, tuttavia le condizioni di lavoro devono consentire ai genitori di accompiere la loro essenziale funzione famigliare per la cura e l'educazione dei figli.
16 -Riconosco e tutelo per ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere il diritto al mantenimento ed all'assistenza sociale, mettendo a disposizione tutti i mezzi educativi e professionali per la loro inserzione professionale specifica e dignitosa.
Difendo per tutti i lavoratori il diritto alle prestazioni necessarie per vivere dignitosamente  in caso di infortunio ,malattia, invalidità e vecchiaia ,disoccupazione involontaria.
17 - Difendo la libertà di  ogni organizzazione  sindacale ordinata su  base  democratica.
18 - Difendo il diritto di sciopero esercitato nell'ambito della legge repubblicana.
19-  Proteggo  ogni  libera iniziativa economica privata  che non sia in contrasto con l'utilità sociale ,la sicurezza,la libertà e la dignità umana.
20 - Tutelo  la proprietà privata vegliando che sia equamente   accessibile a tutti  ma riconosco la precedenza della proprietà pubblica sui beni comuni che costituiscono i servizi pubblici  essenziali e altri beni  che siano di interesse generale e che non possano diventare proprietà di monopoli o di speculatori.
21 - Riconosco il diritto dei lavoratori  a collaborare ,nei limiti stabiliti dalla legge, alla gestione delle aziende pubbliche e private  per elevare economicamente e socialmente il lavoro .
22 - Riconosco il diritto a tutti i cittadini maggiorenni,uomini e donne,  di votare. Il voto é eguale,libero e segreto . L'esercizio del voto é un dovere civico.
23 - Proteggo il diritto per tutti i cittadini di fondare partiti,associazioni e movimenti  che possano concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.
24- Riconosco a tutti i cittadini il diritto di rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità.
25 - Proclamo per tutti i cittadini di uno o l'altro sesso il diritto di accedere agli uffici pubblici ed alle cariche elettive in condizioni  di uguaglianza ,secondo i requisiti stabiliti dalla legge.
26 - Mi impegno a concorrere alle spese pubbliche in ragione della mia capacità contributiva secondo criteri di progressività.
27 - Impegnandomi a realizzare ,proteggere,promulgare e difendere tutti i ventisei paragrafi precedenti intendo compiere pienamente il mio dovere di essere fedele alla Repubblica ,osservandone la Costituzione e le leggi.
Quando mi saranno affidate funzioni pubbliche mi impegno ad adempierle con disciplina ed onore,prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

----
Piero Muo'

PS : ho fatto questo lavoro perché vorrei partecipare allo sbloccaggio dei dubbi che tutti nutriamo sul  poco disinteresse per la Costituzione tra i cittadini ed i giovani in particolare ,sperando di sollevare un grande dibattito , sui forum di Prima le Persone e del Coordinamento per non intasare le caselle della posta perdendo iscritti preziosi e rari.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)