Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Facciamo il tifo per le persone: prima di tutto.
#1
Non entro in merito alla querelle Tsipras - Varufakis - Syrisa.

Leggo pagine di lunghissimi commenti sulla vicenda greca. Non ho il potere di processare nessun greco o giudicare per le scelte del loro futuro.
Spero però e  mi attivo per far si che,  prima le persone,  venga fuori dalla virtualità della rete e si concretizzi con le unioni di persone nei territori,  quartieri, regione in cui vivo.

Rendiamo più tangibili le nostre idee e proposte, proviamo a mettere al primo posto le persone,  anche prima delle discussioni sul network,  magari pian piano il nostro gruppo crescerà e forse anche i greci saranno più contenti di avere buoni alleati in Europa.

Scusatemi per la sinteticita', un saluto a tutti.
Cita messaggio
#2
Davide ha ragione nel formulare la sua speranza di concretezza a partire dal territorio più prossimo per ognuno di noi ed in questo non credo che ci sia alcuno all'interno di Prima le Persone che aspiri al contrario.
Ma dobbiamo anche provare a capire come l'esperienza ed il pensiero di ognuno di noi, partendo dal suo territorio la casa, il comdominio, il quartiere, la comunità ................., possa incontrare le esperienze ed i pensieri di coloro che stanno più o meno lontano, fose se provassimo a pensare i vari strumenti di comunicazione in rapporto alla copertura dello spazio potremmo operare in maniera più organica e confontare le nostre esperienze ed idee con tantissime persone in più.
Il peccato che non dobbiamo commettere è pensare che tutti coloro che scambiano opinioni e si confrontano attraverso gli strumenti in uso in Prima le Persone facciano solo quello e non abbiano nessun radicamento nei territori, rimanendo solo noi (inteso come ognuno di noi singolarmente) depositari della conoscenza del territorio.
Un ultima cosa, se veramente vogliamo costruire quel cammino che ci porti a condividere le azioni per il  cambiamento del sistema, non dobbiamo avere paura di esprimere il nostro pensiero rispetto a quello che succede intorno a noi, perché ci riguarda, ma nel farlo dobbiamo essere consapevoli che non abbiamo la verità in tasca, quindi lasciamoci guidare dal dubbio, tramite il quale il confronto non diventa scontro di posizioni.
Cita messaggio
#3
Caro Davide,
Sono assolutamente d'accordo con te e l'ho scritto subito sulla mailing list attirandomi pure un rimbrotto, non ho capito perché.
Sto male ogni giorno per la mia impotenza e i respingimenti e le morti di un'Europa in cui ho difficoltà come tutte e tutti noi a riconoscermi oggi, da convinta europeista, sostenitrice del MFE.
Non sopporto più le chiacchiere volgari di chi rpete Salvini perché non sente altre voci. Non voglio leggere disquisizioni sulla situazione politica greca che è sempre più difficile ma fare cose concrete qui con chi incontro. Primalepersone e' nata per questo e raccoglie tante e tanti impegnati ogni giorno sul proprio territorio ma manchiamo totalmente di visibilit nazionale. Il nostro percorso e il nostro progetto sono di nicchia e non conosciuti. Su questo ho voglia di impegnarmi.
Naturalmente seguo con grande attenzione ciò che succede anche in Grecia e nel resto dell'Europa e del mondo ma i maestri e i tifosi li reggo sempre meno in questi tempi tragici
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)