Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Coerenza vuole ...
#11
Cari Marco, Piero, Pino, le vostre parole mi confortano e mi fanno percepire una forte empatia di sentimenti e vedute. Credo che la Politica, quando si fa costituente, debba essere trascinata dalla passione, dal desiderio di cambiamento che ci fa intravedere. Questa passione va però contemperata con la ragione ed è quindi necessario 'usare la testa' nel valutare quali siano le priorità e le iniziative da mettere in campo.
In questa momento storico io vedo l'enorme priorità di lavorare su forme e metodi piuttosto che su specifici contenuti. Agire ogni singola lotta separatamente dalle altre non ci fa fare alcun passo avanti sulla strada della ricomposizione politica che, sola, può essere la chiave di volta in grado di portare ad un reale cambiamento, a quella rivoluzione democratica che si costruisce anche e soprattutto attraverso la riconquista, per via elettorale, delle istituzioni.
Se vi è una cosa sana, viva e crescente in Italia, questi sono i mille movimenti che attraversano da nord a sud la penisola. Al di là di quella che io definisco ormai, visti i suoi scarsi risultati, "la retorica della rete", movimenti, associazioni, comitati soffrono, così come i partiti, di enorme autoreferenzialità, con la conseguente incapacità di avere una visone ed una prospettiva d'insieme del quadro politico. Prima le Persone (così come altri gruppi) ha ben compreso ciò e lavora come elemento catalizzatore (esattamente nel senso chimico del termine: acceleratore di reazioni) con spirito di servizio e non di ricerca del consenso ai fini della conquista del potere come fanno i partiti tradizionali.
Sono convinto che siamo sulla buona strada anche se in salita e ancora (quasi) tutta da costruire.
Cita messaggio
#12
(11/06/2015, 12:12)Vincenzo Pellegrino Ha scritto:  Siamo in fase di rodaggio, questo è vero, ma dobbiamo impegnarci tutti per andare a regime in tempi brevi!

Le policy di lqfb vanno rispettate e chi non partecipa alle popolazione delle aree (sono 7 e le trovate elencate sulla colonna di dx sotto "PRINCIPALE") ed alla votazione delle tematiche si autoesclude.. esattamente come chi non partecipa ad un'assemblea in presenza fisica!
Chi non partecipa non  può lamentarsi del fatto che le decisioni vengono prese comunque!!! Il fatto che siano in pochi a votare non può inficiare minimamente la validità del voto! Nulla ha impedito agli altri di votare.
Se siamo noi stessi a calpestare le regole che con l'adesione a lqfb e alle sue policy ci siamo dati, tutto finisce per perdere legittimità e valore e si ricade nell'immobilismo o nel vecchio metodo per cui passano le decisioni sostenute dai più "autorevoli": credo questo sarebbe il fallimento del nostro progetto per incoerenza dei suoi stessi proponenti.
Sono davvero rammaricato per la scarsa attenzione ed impegno che vengono dedicati al funzionamento della piattaforma decisionale, alias Assemblea permanete, anche da parte di persone molto attive nel nostro gruppo. Spero su questo si assista ad un sussulto di consapevolezza.
Aggiungo, ripetendomi, che le forme e le concrete modalità del nostro agire politico ne determinano la qualità e la sostanza: sottovalutare questo aspetto significa non aver compreso il carattere innovativo del progetto di Assemblea permanente. Rischiamo di predicare bene e razzolare male con la conseguenza delegittimazione generale del nostro lavoro.
Vi confesso il mio crescente senso di disagio e di inconcludenza tanto rispetto alla discussioni via mail list quanto di quelle in teleconferenza.. Forum e teleconferenze dovrebbero servire a individuare e formulare istanze da decidere su lqfb e non ad dibattiti fini a se stessi!
Sia chiaro che questo non è un rimprovero rivolto a qualcuno in particolare ma una sollecitazione alla coerenza che vale per tutt*.
Un caro saluto.

                          V.

Vincenzo,....io non mi lamento mai sulle scelte che si prendono anche in pochi se votate ma il mio problema è che proprio non riesco ad accedere a lqfb e lo comunico da tempo.
Non riesco ad avere PSSWRD.

Inoltre vorrei inserire tematiche su forum e discuterne e anche in questo caso niente.
Boh!
Cita messaggio
#13
Ciao Giuseppe, avevo lo stesso problema, ho inviato una mail diretta a Athos, che mi ha inviato subito il codice di attivazione. Vai!
Pierp
Cita messaggio
#14
Giuseppe per i codici e le password Athos stà dando una mano e mi ha aiutato a risolvere un problema come il tuo.
Cita messaggio
#15
Il problema dal punto di vista tecnico è complesso, tanto più se si dimentica il codice d'accesso, cerco di spiegarmi.
LQFB richiede, per non essere un gioco tipo facciabuco, che non ci si possa inscrivere più volte, chiaramente per "una testa, un voto".
Il sistema d'inscrizione è quasi protetto come i rapporti bancari, al punto che nemmeno gli amministratori possono accedere al database, la password è univoca e equivalente al token della banca, se si perde si deve rifare completamente la procedura d'inscrizione con la presentazione nuovamente dei documenti ecc. ecc. per garantire l'unicità del voto, è molto importante conservarla in luogo sicuro.
Il problema è facilmente risolvibile se non si è mai effettuato l'accesso in quanto l'amministratore può reinviare l'invito ma una volta effettuato l'accesso il sistema memorizza la password e solo il titolare può combiarla, viene crittografata a 128 bit ed è impossibile recuperarla ( a meno che non si disponga di elaboratori in grado di elaborare dati in quantità veramente enormi ( 34 seguito da 36 zeri di combinazioni ).
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)