Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
il mio contributo alla coalizione sociale
#1
Penso alla ragazza di Olbia sequestrata per anni dal padre e dallo zio, violentata e picchiata, schiavizzata e umiliata da chi avrebbe dovuto aiutarla e proteggerla, che è riuscita a scappare e a denunciarli, a farli arrestare. Penso che dolore si porta nella carne e nella testa, che paura che questi escano prima o poi e si vendichino come è successo ieri a Loredana, la giovane mamma di Albenga uccisa davanti alla sua bimba nonostante avesse denunciato il suo assassino, lasciato libero da un giudice complice.
Lo stato non difende le donne che denunciano
Gli uomini non mettono in discussione la violenza e il possesso che alberga in loro.
Nessuna organizzazione politica di destra o di sinistra se ne occupa.
In queste elezioni nessuno ne ha parlato in Liguria, dove i casi di violenza sono sempre all'ordine del giorno. E, credo, in nessun altra Regione.
Se mi sbaglio, mi fate vedere un volantino,un video di un comizio o incontro elettorale?
Sono sempre più convinta che un partito femminista che Soraya Post e Kristin Kan stanno cercando di far nascere in tutta europa dopo il successo svedese sia l'unica via per vincer il razzismo e l'incitazione alla violenza, il machismo e il possesso che portano a stupri e omicidi, per concorrerre a immaginare una società civile e solidale come lo sono state e lo sono ancora quelle matriarcali che sopravvivono.
Non so se antonella e laura e lucia e marina e tutte le amiche che arriveranno a Roma, alla coalizione sociale, con bellissimi documenti su tutti i temi ne vorranno parlare, sentiranno la mia urgenza.
Certo che una coalizione sociale che non metta a centro le donne che reggono, nonostante tutto, questa società malata con il loro lavoro e le loro cure, con le loro relazioni che tessono e ritessono dopo ogni strappo maschile, più o meno violento, che non le spinge a essere coscienti della loro forza e ne riconosce l'autorevolezza e la capacità di proposte politiche nuove,vicino ai bisogni e alle aspirazioni delle persone, che non assecondino le pance e i bassi istinti, le tensioni per il potere, la barbarie verso cui stiamo scivolando, non può chiamarsi coalizione sociale e aspirare seriamente a cambiare l'Italia e il mondo
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)