Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 4 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Sovranità monetaria
#1
Il giorno 2 giugno 2015 02:20, Paolo Rossi <aureliano33@yahoo.it> ha scritto:


Salve,.assolutamente assurda questa visione che parlare di sovranita monetaria sia tematica di destra e pregherei di avere almeno un minimo di capacita di lungimiranza economica prima di esternare una cosa del genere.
Pretendere di dare dell'"indicatore di destra" al fatto che l'italia abbia perso la sua sovranita monetaria è indice di mancanza di comprensione di cosa sia l'europa oggi come oggi.
Ma ancora non ci si rende conto che l'Euro(pa) è solo un apparato di burocrati oligarchi che hanno fatto dell'euro la propria arma per tenere sotto schiavitù intere nazioni.
Quanto tempo ci vorrà a capire che certe tematiche come l'autodeterminazione dei popoli,le autonomie locali,.....la volonta di avere politiche economiche sovrane non sono tematiche che hanno colore ma semplicemente motivazioni elementari.
Propagandiamo la vittoria di podemos a Barcellona e poi non conosciamo la legittima lotta della Catalunia?
Difendiamo la Grecia e poi non consideriamo che Tsipras e la Grecia sono sotto ricatto per la questione debiti verso la Troika.
Quand'è che a sinistra ci si sveglierà di fronte  a certe tematiche?
Pensate forse che l'euro sia un dogma e un ideologia perchè lo sentite alla televisione o perchè hanno appioppato la tematica alle destre.
Sarebbe ora che la gente iniziasse a comprendere cosa ci siano dietro certe politiche e si svegliasse senza dare giudizi alle persone che difendono il pieno diritto alla sovranita monetaria che è sovranità politica e nazionale.
Io non difendo ne ideologie e neanche più l'Europa in cui non mi riconosco più da molti anni e precisamente dopo aver viaggiato,vissuto e compreso le economie di molti paesi a partire dalla più grande democrazia al mondo che per sopravvivere ha sempre adottato politiche monetarie conservativistiche per salvaguardare le proprie industrie ed economie.
Cose che in Italia non succedono più e per cui rischiamo di essere svenduti a paesi come la Cina.
Ma qualcuno ha mai sentito parlare del fatto che il debito pubblico siciliano dal 20% in mano a Deutche Bank è passato in buona parte alla China Bank.
E non penso che nelle altre regioni sia tanto diverso!
Cosa dobbiamo aspettare per capire certi orientamenti di un economia mondialista che le imprese italiane siano tutte svendute agli stranieri.
Difendere la propria economia non ha colore e bisognerebbe che la sinistra tutta si risvegliasse dal sonno "Euro" e si rendesse conto che ci stanno comprando moltissime grandi industrie e imprese nazionali.
La difesa del lavoro parte anche da questo e non della difesa dell'euro a ogni costo senza nemmeno un perchè valido.


Consiglio la lettura di questo scritto tratto da Kumarappa,economista di Ghandi che tutto si può dire tranne che fosse di destra.

Il comunismo è lo sforzo di una comunità di governarsi da se dirigendo tutti gli sforzi umani verso il miglioramento di tutti.
E' il diritto per nascita di ogni persona,che non ha chiesto di venire al mondo,a ottenere dalla sua comunità tutto quanto è necessario affinche sviluppi il proprio essere e dia il proprio contributo alla società.
I fattori esterni alla dotazione genetica individuali devono essere forniti dalla società:educazione,igiene,salute,cultura e il tutto orientato alla crescita della personalità
Superata l'infanzia,tutte le attività produttive dovrebbero essere organizzate in modo da mettere a frutto ogni talento posseduto della comunità.
Non dovrebbe esserci posto per lo sfruttamento del debole e l'accaparramento delle risorse e dei privilegi.
Per verificare l'effetto del comunismo fra i popoli ci possiamo riferire fondamentalmente a tre paesi;la Russia,la Cina e Cuba.
In questi tre paesi emblematici della nostra epoca il popolo schiacciato da padroni feudali gridavano:"Governo del popolo,per il popolo e dal popolo".
Certo,la rivoluzione dell'ultimo secolo forse potremmo definirla recente ma il punto è cosa troviamo dopo il pensiero e l'azione da parte di questi popoli?
Hanno compiuto grandi passi avanti nell'illuminare le persone che vivevano nel buio e nella superstizione che li sottometteva.
Ora hanno tutti la possibilità di educarsi e curarsi e poi?
Le donne studiano e lavorano spalla a spalla con i loro compagni uomini,gli uni e le altre sono impegnati nel raggiungimento della libertà per il corpo,la mente e l'anima.
Ci sono riusciti?
L'obbiettivo era che le masse avessero il potere,ma in effetti esso e mantenuto nelle mani dei pochi che stanno al vertice.
Il controllo è ancora più centralizzato rispetto ai paesi capitalistici;le persone,invece di sviluppare la propria individualità e personalità,sono ridotte al ruolo di bambole meccaniche invece che di uomini liberi.
Il militarismo economico sotto forma di una rigida disciplina spazza via la libertà di pensiero,di parole e azioni individuali.
L'enfasi eccessiva ha creato un atmosfera di violenza.
Questi paesi sono diventati come i paesi capitalisti in quanto a corsa agli armamenti e tutto questo correre militarmente e prepararsi alla guerra,di offesa o difesa che sia porta solo a disastri.
Insomma,la condizione delle persone comuni nei paesi comunisti non è stato un grande passo avanti rispetto a quella di un capitalismo un pò "benevolo" e quindi in entrambi i casi l'essere umano è subordinato al possesso materiale e legato alle macchine in modo schiavistico cosi come all'ideologia.
L'opinione pubblica è plasmata da un piccolo gruppo potente nel comunismo quanto nel capitalismo tenendo sempre sotto controllo la censura e l'informazione e quindi i media per controllare e reprimere.
L'attività economica è controllata dal centro,con industrie su larga scala che producono beni in modo standardizzato.
Dov'è quindi la differenza nelle ideologie comuniste e capitaliste che sembrano affini nel concepire il controllo sulla persona omologandola al potere.
Se gli ideali del comunismo devono essere realizzati per le persone comuni occorrerà a differenza del capitalismo mettere al centro lo sviluppo della personalità umana e della sua piena realizzazione.
Dunque,completa libertà di pensiero,parola e azione.
Certo ogni persona inizierà a pensare con la propria testa e a usare al meglio il proprio talento e naturalmente il risultato non potrà essere sempre regolare e coordinato ma quel che si perde in quantità si guadagna in qualità e felicità totale dell'essere umano.
A riguardo è doveroso far notare come gli esseri umani hanno bisogno della gioia della creazione per fare altri sforzi in avanti e la standardizzazione ucciderebbe l'originalità.
L'originalità in quanto possa apparire un inciampo all'inizio è la fonte di ogni progresso sociale e umano che sia e quindi doveroso e diritto acquisito dell'uomo.
Se non si sviluppa un piano in grado di esaltare quel che c'è di meglio in ognuno di noi l'umanità fallirà.
Se il nostro criterio è solo il benessere materiale,allora la standardizzazione della produzione e la centralizzazione del controllo sono indispensabili,ma se mettiamo al centro i valori umani,allora la produzione individuale e il decentramento del controllo sono le formule giuste per una vera opportunità di sviluppo.
Nella produzione massificata,nel capitalismo o nel comunismo,ogni persona diventa una "mano" o una "bocca".
L'anima si perde,
"Quale vantaggio avremo se una persona conquista il mondo ma perde la propria anima?".
Essendo ora nell'epoca delle macchine le ideologie riusciranno a garantirci il mantenimento dell'anima?
La perdita di umanità provocata dalla produzione su la scala con le macchine ha ridotto l'essere umano a uno strumento delle stesse invertendo i ruoli,l'uomo diventa macchina!
Questo non vuole essere un ragionamento contro le macchine ma una presa di coscienza di come le macchine sono diventate padrone e devono essere gestite da tanti schiavi al loro servizio e l'obbiettivo precipuo è concentrare il profitto nelle mani dei padroni delle macchine stesse,comunista o capitalista che sia non fa differenza.
L'alternativa dovrebbe essere che tecnici ed esperti dovrebbero applicarsi a studiare attrezzi e macchinari che possano essere usate da molte più persone che rimarrebbero al servizio del lavoratore e non viceversa permettendo a ognuno di noi di guadagnare un reddito dignitoso senza spremere il sangue dei pochi a danno dei molti.
Se riusciremo in questo intento la produzione sarà limitata alla domanda e non ci saranno pressioni sul mercato globale mondiale e finiranno le tensioni e le paure per guerre,fame e carestie.
Ecco in estrema sintesi la filosofia che sottostà alla filiera corta che è comunista e socializzante nei suoi più intimi intenti per avviare l'umanità verso una sfera economica senza la paura di violenza futura liberandoci dalla schiavitù delle macchine e delle ideologie.

Tratto e riadattato parzialmente da.
ECONOMIA DI CONDIVISIONE(Joseph C.Kumarappa)
Cita messaggio
#2
Personalmente ritengo la richiesta di sovranità monetaria di dx non tanto in se quanto perché divisiva e venata di razzismo. Per l'Europa di fatto è una regressione anche rispetto al concetto di condivisione accennato nell'estratto di Kumarappa.
L'unità monetaria avrebbe dovuto essere un passo per l'integrazione, così non è stato o almeno lo è stato in minima parte, i vertici sono stati  "occupati" da tecnici e burocrati non eletti dal popolo e hanno operato unicamente con la metodologia neoliberista che fa dell'individuo il centro dell'interesse e in antitesi al bene comune, la legge della domanda e dell'offerta strutturata in modo tale da privilegiare pochi se non pochissimi a scapito dei tanti. Rinunciare alla moneta unica vorrebbe dire rinunciare ad una base comune mentre dovrebbero essere le sue dinamiche a favorire integrazione e condivisione. Più che la sovranità monetaria dovrebbe essere il Parlamento a rappresentare la sovranità popolare e la finanza, quindi la moneta, asservita allo stesso.
my2c
Cita messaggio
#3
La sovranità monetaria non è un semplice questione personale e non vedo cosa centri il voler accomunare il razzismo con le politiche monetarie.
Non esistono ideologie politiche detentrici di questa tematica; da destra a sinistra se ne deve discutere. La sovranità monetaria è il potere tolto al popolo che deve necessariamente tornare nelle mani del popolo. Uno Stato senza il potere di emettere moneta sarà sempre soggiogato al diktat della finanza internazionale. Solo uniti possiamo contrastare la dittatura bancaria che ci rende schiavi e cambiare il corso della nostra esistenza e quella dei nostri figli. Questo scritto dimostra come nelle correnti politiche che vanno da destra a sinistra non ci sia la volontà di sapere, di informarsi, perchè solo l'informazione può modificare i rapporti di forza ed offrirci i mezzi con cui molto presto saremo in grado di spezzare le catene di questo degrado sociale.
L'Italia non è uno stato sovrano e questo perchè i politici ci hanno venduto la sovranità.
Per "Stato sovrano" si vuole intendere uno "Stato indipendente" che , in posizione di uguaglianza con gli altri stati è in grado di determinare e gestire a proprio piacimento , la propria "sovranità politica" , "monetaria" e "territoriale" , senza influenze internazionale.per "stato satellite", al contrario di uno stato indipendente , si intende una nazione che è "formalmente sovrana" , ma che in realtà a ceduto le proprie "sovranità" ad una più grande potenza che le gestisce a proprio uso e consumo , limitandone cosi le scelte interne . Uno dei primi esempi di stati satellite, o meglio di "Regni clienti" appartiene alla storia romana, quando in numerose circostanze popolazioni "amiche" del popolo romano, furono assoggettate anche con un semplice "controllo indiretto" dei suoi regnanti, dei territori o dei suoi relativi eserciti.nel nostro caso specifico , la sovranità dello stato italiano , dovrebbe appartenere di diritto a tutti i cittadini , come specificato nell'art. 1 della nostra costituzione : "la sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione" , mentre la realtà è ben diversa "dopo la cessione delle sovranità monetaria italiana alla BCE , principalmente tramite l'entrata nell'Euro e la messa al bando della Lira , il nostro stato è diventato a tutti gli effetti uno stato satellite di un ente internazionale ,la Banca Centrale Europea , che influisce e controlla tutte le decisioni politiche ,economiche e territoriali.da tutto questo si può capire che la riconquista della sovranità dello stato , tramite la riconquista della "sovranità politica " , "economica" e " territoriale" , deve essere il punto principale di un qualsiasi movimento si dica essere dalla parte dei cittadini o auspichi la Nascita di uno stato realmente libero dove i cittadini sono sovrani.attualmente l'europa , tramite le sue imposizioni , ha ampliamente dimostrato la sua riluttanza a restituire la sovranità economica , sottratta con l'inganno ai cittadini italiani, e per questo tale sovranità , oltre ad essere la più essenziale , sarà anche la più difficile da riconquistare.
Athos sostiene tre cose e la 1° che "'unità monetaria avrebbe dovuto essere un passo per l'integrazione" e difatto è stata totalmente disattesa questa integrazione e basterebbe chiedere alle genti del Nord Europa cosa ne pensano del Sud Europa come ho fatto io a moltissime persone.
La risposta è stata quasi univoca sentendosi dire;"A noi non interessa niente del Sud Europa e ci interessa casa nostra e aprire piuttosto i mercati verso Est".Infatti tu stesso usi il "avrebbero dovuto essere" e i fatti dicono che cosi non è stato.
La 2° tesi di Athos;"Rinunciare alla moneta unica vorrebbe dire rinunciare ad una base comune mentre dovrebbero essere le sue dinamiche a favorire integrazione e condivisione".
Bene,rispondo dicendoti che anche in questo caso usi il "dovrebbero essere" mentre è evidente che la base comune è stata ampiamente tradita a totale vantaggio dei paesi del Nord a partire dalla Germania che ha sviluppato la propria economia a totale svantaggio degli altri paesi.
La 3° tesi di Athos;"Più che la sovranità monetaria dovrebbe essere il Parlamento a rappresentare la sovranità popolare e la finanza, quindi la moneta, asservita allo stesso".
Rispondo dicendo che è ampiamente dimostrato come il parlamento europeo sia solo una farsa dove pochi parlamentari onesti non possono nulla di fronte a interessi di lobby fortissime,quindi anche in questo caso il tuo "dovrebbero essere" è una semplice affermazione e tale rimane.
Nei fatti i paesi del Sud Europa sono sotto ricatto della Troika e Bce ed è evidente vedendo cosa accade alla Grecia cosi come potrebbe accadere a noi.
Per aiutarti a comprendere ti metto un mio documento scritto tempo fa a riguardo di quello che chiamo la "giusta via del mezzo" in fatto di politiche monetarie e sovranità economica.
Athos,tu vivi in Trentino e la vostra realtà è ben diversa dalla Sicilia che avrebbe anche lei come Regione il diritto ad avere uno statuto speciale mai applicato nei fatti per via di una collisione dei politici succubi di uno Stato parassita e la realtà dei fatti è che il sogno Euro (pa) non esiste più qui al Sud.
La gente è stanca,disoccupata,affamata e vuole riscatto e non sentirsi parlare di Pil,Spread,crescita,politiche industriali, innovazione e ricerca scientifica” come la panacea,di tutti i mali e soluzione della crisi.
Per la gente sono tutte ipocrisie a cui non si crede più.
1) Qual è l’area più ricca del Paese?
2) Dove sono più aeroporti?
3) Dove sono più treni?
4) Dove arriva l’Alta Velocità?
5) Dove sono più autostrade?
6) Dove funzionano meglio i trasporti pubblici?
7) Dove sono più scuole?
8) Dove vengono offerti più servizi ai cittadini?
9) Dove si trovano più asili nido?
10) Dove c’è meno disoccupazione?
11) Il Sud ha i due terzi delle coste italiane, perché non vengono costruite infrastrutture?
12) Emigrano di più i Meridionali o i Settentrionali?
13) Sapevi che prima dell’Unità il Sud non aveva mai conosciuto l’emigrazione come fenomeno?
14) In quale parte del Paese c’è una migliore copertura ADSL?
15) Dove hanno sede legale le maggiori imprese italiane?
16) Lo sai che il 94% di quello che spendi va al Nord?
17) Lo sai che più del 90% dei fondi della cassa per il Mezzogiorno è stato dirottato alle grandi aziende del Nord?
18) Quando si parla del Sud in giornali e TG nazionali, quali sono i temi affrontati?
19) Lo sai che prima dell’Unità Napoli era principale città italiana?
20) Lo sai che Garibaldi si pentì di aver conquistato le Due Sicilie?
21) Lo sai che secondo dati ufficiali, Milano, Roma, Torino, Bologna e Firenze sono più pericolose di Napoli? In questa classifica Napoli è 36esima, le altre città elencate sono tra le prime sette posizioni.
22) Lo sai che al Nord, secondo dati ufficiali, vengono fatti più incidenti stradali? Perché al Sud si paga molto di più per l’assicurazione?
23) Lo sai che la spazzatura della Terra dei Fuochi proviene quasi tutta dal Nord?
24) Lo sai che la Pianura Padana è la zona più inquinata d’Europa? Perché i Media non ne parlano come per la Terra dei Fuochi?
25) Lo sai che in Basilicata c’è il petrolio, viene estratto, e l’unica cosa di cui “beneficiano” i Lucani sono inquinamento e tumori?
26) Lo sai che vogliono trivellare l’Irpinia nonostante sia una zona altamente sismica, oltre a essere un punto cruciale dove scorre l’acqua che arriva nelle case di milioni di persone che abitano tre regioni?
27) Lo sai che anche in Calabria sono stati sotterrati rifiuti, e il disastro potrebbe essere maggiore rispetto alla Terra dei Fuochi?
28) Lo sai che in Basilicata si sono verificati dodici incidenti nucleari, e sono stati riscontrati livelli di radioattività simili a quelli di Fukushima?
29) Lo sai che a Gela,Augusta,Milazzo, in Sicilia, la percentuale di neonati nati con malformazioni è almeno sei volte superiore alla media nazionale? È una zona di raffinerie come tutta la Sicilia, ma, guarda un po’, la benzina costa più che al Nord.
Lo sai che Il MUOS di Niscemi è nocivo per la salute dei siciliani e serve al progetto di egemonia mondiale denominato HAARP.
30) Hai mai sentito i media nazionali parlare dell’ Ilva di Taranto e della famiglia Riva? Se sì, quanto approfonditamente?
31) Perché lo Stato Italiano ha posto il segreto, negli anni Novanta, sul disastro nella Terra dei Fuochi?
32) Ti bastano queste domande a farti riflettere, o sei ancora convinto che dire che il Sud è una colonia interna non abbia fondamento alcuno?

Vedi Athos,....nulla di personale e permettimi di dirti "che da che punto di vista guardi il mondo dipende".
Ho avuto modo e fortuna di viaggiare,lavorare e studiare in molti paesi tra cui Australia,Usa.Belgio,Germania,Svizzera,India e tanti altri paesi e ovunque come prima cosa osservavo e studiavo l'economia e il welfare dei paesi dove mi trovavo e senza ombra di dubbio l'Euro è stata una truffa e basterebbe osservare come sia stato usato più per sottometterci che non come mezzo di integrazione europea.
I fatti lo dimostrano,non la retorica o le giustificazioni.
Ci tengo a far notare come paesi come la Gran Bretagna oltre a non voler più stare in Europa non sono mai stati nell'area Euro anche perchè fanno i propri interessi economici in un mercato quello del Commenwalth di cui gli italiani non hanno ben presente cosa rappresenta.
Persino paesi vicino al Trentino nell'assoluto silenzio mediatico come l'Austria muove passi giganti verso una consultazione per l'uscita non dall'euro, ma dall’Unione europea. Nei primi mesi del 2015 una petizione popolare (Volksbegehren) ha superato il vaglio della Corte costituzionale e del Ministero dell’Interno con il risultato che dal 24 giugno al primo luglio gli austriaci potranno esprimere con una firma presso il proprio Comune la volontà di uscire dalla Unione Europea. Questo particolare strumento di democrazia diretta prevede che nel caso di superamento di almeno 100.000 adesioni il Parlamento sia vincolato a discutere un testo di legge con priorità assoluta che accolga le richieste della petizione, oppure a indire un referendum sul tema, il cui esito sarebbe vincolante per il Legislatore.

Il mondo visto dal Sud e poi dalla Sicilia terra tra le piu ricche del mondo ma tra le regioni piu povere d'Europa è da usare come punto di partenza di visione globale.

Ti invito a dare un occhiata a questo mio articolo-documento per farti capire quale secondo me sarebbe la soluzione migliore per tutti i cosidetti paesi chiamati "Pigs".
LO STATO SMETTA DI EMETTERE TITOLI DI STATO E SI FINANZI EMETTENDO MONETA.
http://www.azione-civile.net/lo-stato-smetta-di-emettere-titoli-di-stato-e-si-finanzi-emettendo-moneta/

Nel congedarmi dico che l'Euro (pa) non deve essere ne un dogma e neanche un mantra.
Ha tradito i popoli e i fatti lo dicono.

Buon lavoro............ Smile
Cita messaggio
#4
Consentimi una risposta semplice:
dei 30 punti/domande che tu citi quasi nulla è imputabile all'Europa in quanto tale, della situazione del mezzogiorno ed in particolare della Sicilia, in cui ho vissuto parecchi anni della mia giovinezza, si può far risalire a Garibaldi. Ritirarsi nel proprio orticello non è mai stato un progresso sociale e la sovranità monetaria può essere di uno Stato come di un paesello sperduto tra le montagne o dell'Europa tutto sta che questa sovranità monetaria sia più o meno condivisa e gestita per il bene comune e non a favore di pochi e men che meno per speculazioni finanziarie che avvantaggiando il più furbo danneggia il più debole, sia singolo che comunità o stratificazioni sociali ...... non è quindi riducendo la condivisione ma rendendola ecqua e solidale che la società progredisce ed è in questa direzione che ci dobbiamo muovere ...... pensa che le frontiere sono un'artificio per dividere e imperare non certo per condividere.
Cita messaggio
#5
Athos,...permettimi di dirti che non è aggirando le problematiche che ti ho posto puntando sulle "30 domande" che risolvi la questione.
Le 32 domande erano extra solo per farti capire la questione dal punto di vista del Sud.
La questione era la sovranità monetaria.
Le problematiche che ti ho posto vanno ben aldilà delle 32 domande e non è citando Garibaldi come pretesto che si risolve la questione difatti trovo che a ritirarsi nel proprio orticello sia chi non ha motivazioni valide sostenendo che "Ritirarsi nel proprio orticello non è mai stato un progresso sociale".
E dove è il progresso sociale dell'Europa?
Dov'è il progresso sociale quando a livello di progresso non abbiamo niente paragonabile all'Europa e basta vedere come sia Italia che Grecia siamo praticamente ultimi nelle statistiche lavoro e disoccupazione senza la benchè minima difesa dello stato sociale.
Quando alla fine dici "pensa che le frontiere sono un'artificio per dividere e imperare non certo per condividere" basta vedere il TTIP imposto dalle Lobby di Brussels come le frontiere non siano niente al giorno d'oggi e ci siano solo forti interessi finanziari con o senza frontiere.
Altro che Europa!
Inutile mettersi anche solo a ragionare di Costituzione visto che difatto siamo uno stato satellite senza sovranità monetaria e non ce se ne rende conto.
Ci stanno distruggendo l'economia e comprando e non da ora le migliori aziende italiane e stiamo ancora a parlare di euro,spread,pil ecc ecc.
Non scrivo altro,.....è già stato scritto abbastanza e a spiegare cose facili da comprendere visto che si elude la questione dal punta di vista dogmatico dell'Europa ed Euro non voglio più parlarne.
Cita messaggio
#6
Più che alla sovranità nazionale forse sarebbe meglio prendere in considerazione BitCoin e le altre valute virtuali, forse sarebbe meglio pensare a soluzioni avveniristiche e non farci trovare impreparati rinchiudendoci nel nostro orticello, i nazionalismi di fatto sono superati e se continuiamo a considerare solo i cinesi che si comprano le nostre fabbriche e non i nostri connazzionali che fabbricano in Cina o i nostri connazzionali che partecipano alla gestione della finanza mondiale o che costruiscono fabbriche in Bulgaria ...... e tutto per interessi personali e non certo per uno sviluppo sociale complessivo ....... no amico mio sono i popoli che devono alzare la testa e chiedersi perché un tornitore in Italia guadagna molto meno di un'altro e non in un altro Paese ma nella stessa fabbrica ...... perché le ruspe schiacciano le magnifiche arance di Sicilia e a qualche miglia di mare le gente muore di fame ......
No, non è la sovranità monetaria che risolve i problemi, anzi li complica, ci divide, fa il gioco della finanza, mette sempre più un bilancio nazionale alla mercè delle multinazionali che, spesso, troppo spesso, hanno bilanci superiori.
Cita messaggio
#7
Giuseppe quando dici  "La sovranità monetaria è il potere tolto al popolo che deve necessariamente tornare nelle mani del popolo." dici una ovvietà per un sistema democratico (quel dovrebbe essere il nostro italiano) ma non dici la verità.
Quando mai la sovranità monetaria è appartenuta al popolo? Mai. In passato è appartenuta ai governi nazionali ma, sopratutto, ai burocrati economico-finanziari italiani. Mi ricordo ancora del sig. Cuccia e della sua Mediobanca e del fatto che a nessuno dei giornalisti era consentito poterlo solo intervistare.
Con l'unione (solo monetaria ahimè) europea la sovranità monetaria è stata ceduta assieme alla accettazione della moneta unica. Non esiste una unione "politica" europea e non siamo diretti da un parlamento scelto dai popoli ma da una supercommissione tra i governi degli Stati membri con potere non equamente riconosciuto a tutti loro ma ponderale a secondo dello Stato (leggi potenza economica) che rappresentano. Per cui Germania, Francia e Inghilterra contano più degli altri e lì a scendere per arrivare alla Grecia che non conta nulla se non per i suoi debiti, molto fruttuosi per le potenze di cui sopra.


Anche la BCE non ha le funzioni proprie di una banca federale ma centrale, tipo la Fed americana.


Avete ragione entrambi, sia Athos sia tu. Credere nell'Europa significa ritornare al "sogno" della Carta di Ventotene, a Spinelli e Rossi, e lottare per una Europa Unita dei popoli e non dei burocrati/banchieri/speculatori internazionali.
Avete ragione perchè la discussione dovrebbe occupare uno spazio centrale di PrimalePersone e del nostro stesso esistere ed agire.
Un abbraccio
Pino
Cita messaggio
#8
sul concetto di sovranità nazionale - economia - euro se ne parla molto, un esempio:
http://memmt.info/site/
ma anche :
http://goofynomics.blogspot.it/

sono argomenti ostici, in molti casi si prova a spiegarlo semplicemente, leggendo molte considerazioni vengono molti dubbi sull'europa come è strutturata e poi vedendo quello che è accaduto in grecia si cominciano ad avere delle certezze
Cita messaggio
#9
Pino Romano,.non sono io a "Non dire la verità" e mi sembra e permettimi dirlo pretestuoso dire così per argomentare cosa?
Permettimi dire che sei tu che dici "<"una ovvietà"> e difatti sostieni che <"Quando mai la sovranità monetaria è appartenuta al popolo? Mai. In passato è appartenuta ai governi nazionali ma, sopratutto, ai burocrati economico-finanziari italiani. Mi ricordo ancora del sig. Cuccia e della sua Mediobanca e del fatto che a nessuno dei giornalisti era consentito poterlo solo intervistare".>
Questi sono preconcetti inutili perchè è ovvio che la moneta è del popolo tramite i governi nazionali e la banca centrale Nazionale che Stampa soldi,ma pur sempre con il controllo "nostro",sovrano,.......del governo!
Dimentichi due cose fondamentali che lo Stato dovremmo essere noi cittadini se fosse Democratica la gestione e trasparente.
Stai giustificando che lo stato sotto forma di governo sia venduta,corrotta e i potentati burocrati economico-finanziari e sei tu stesso a dirlo.
Io lo ritengo un crimine,che ti piaccia o no!
Va contro il popolo e a suo danno!
Cosi è giustificare il tiranno e al quel punto cosa stiamo qui a fare?
Di quale democrazia stiamo parlando allora.
Al commento di Athos rispondo dicendoti che sei completamente fuori strada e hai una visione delle cose che sono completamente a vantaggio di quelle lobby che accenni.
Quando accenna e permettimi di dirlo "secondo me pretestuosamente" accomunando sovranità monetaria a nazionalismo sostenendo i <"nazionalismi di fatto sono superati e se continuiamo a considerare solo i cinesi che si comprano le nostre fabbriche e non i nostri connazzionali che fabbricano in Cina o i nostri connazzionali che partecipano alla gestione della finanza mondiale o che costruiscono fabbriche in Bulgaria ...... e tutto per interessi personali e non certo per uno sviluppo sociale complessivo".>
Sostiene l'insostenibile difatti non sono i nostri connazionali a lavorare in Cina e Bulgaria come ovunque ma gente del posto locale facendo perdere la manodopera in Italia mentre ancor peggio ci vediamo i Cinesi comprare tutto!
Ma non te ne sei mai accorto Athos ?
Che i Cinesi ci stanno comprando cosi come i Tedeschi e altri le migliori aziende e l'accordo tra potentati economici ha svenduto la nostra economia per fare il loro business in altri paesi e a noi le briciole.
La FCA (ex Fiat) che cos'è ora? Dove produce il grosso della produzione? E cosi via innumerevoli aziende!
Athos,.ti dico anche io amico mio; sono sì i popoli che debbono alzare la testa e lì non ci piove ma l'otterranno solo riappropriandosi della propria sovranità politica,economica e tutto parte dalla sovranità monetaria perchè ancora non avete capito che abbiamo uno dei paesi con la maggior tassazione del lavoro per mantenere uno stato parassita che non puo attuare politiche economiche libere e indipendenti perchè siamo succubi dell'Euro (pa),della Bce e della Troika.
E' li da vedere!
E i salari sono stati abbassati a livello mondiale per assecondare i potentati finanziari,semplicemente!
A totale nostro danno e svantaggio.

Vi consiglio di leggere questo concetto di sovranità monetaria senza tanti fronzoli e pretestuosità e vi prego,non scrivete di nazionalismi e di politiche di dx verso la mia persona perchè proprio non mi appartengono e accomunare la mia persona alla Dx mi fa sentire offeso.
Difendere le politiche dell'Euro (pa) è di destra,secondo me visto cosa stanno attuando.
Io difendo la gente,i bisognosi,chi è povero e disoccupato e non le lobby,i dogma sull'Euro o l'Europa.
Ma non vi rendete conto che siete più voi a difendere certe lobby e potentati finanziari.
Ma secondo voi è politica di sinistra considerare certe questioni economiche con la vostra ottica?

L'ITALIA CON LA TRUFFA PILOTATA DALLE LOBBY FINANZIARIE.
L'Italia non è uno stato sovrano e questo perchè i politici corrotti ci hanno venduto la sovranità.
Per "Stato sovrano" si vuole intendere uno "Stato indipendente" che , in posizione di uguaglianza con gli altri stati è in grado di determinare e gestire a proprio piacimento , la propria "sovranità politica" , "monetaria" e "territoriale" , senza influenze internazionale.per "stato satellite", al contrario di uno stato indipendente , si intende una nazione che è "formalmente sovrana" , ma che in realtà a ceduto le proprie "sovranità" ad una più grande potenza che le gestisce a proprio uso e consumo , limitandone cosi le scelte interne . Uno dei primi esempi di stati satellite, o meglio di "Regni clienti" appartiene alla storia romana, quando in numerose circostanze popolazioni "amiche" del popolo romano, furono assoggettate anche con un semplice "controllo indiretto" dei suoi regnanti, dei territori o dei suoi relativi eserciti.nel nostro caso specifico , la sovranita dello stato italiano , dovrebbe appartenere di diritto a tutti i cittadini , come specificato nell'art. 1 della nostra costituzione : "la sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione" , mentre la realtà è ben diversa "dopo la cessione delle sovranità monetaria italiana alla BCE , principalmente tramite l'entrata nell'Euro e la messa al bando della Lira , il nostro stato è diventato a tutti gli effetti uno stato satellite di un ente internazionale ,la Banca Centrale Europea , che influisce e controlla tutte le decisioni politiche ,economiche e territoriali.da tutto questo si può capire che la riconquista della sovranità dello stato , tramite la riconquista della "sovranita politica " , "economica" e " territoriale" , deve essere il punto principale di un qualsiasi movimento si dica essere dalla parte dei cittadini o auspichi la Nascita di uno stato realmente libero dove i cittadini sono sovrani.attualmente l'europa , tramite le sue imposizioni , ha ampliamente dimostrato la sua riluttanza a restituire la sovranita economica , sottratta con l'inganno ai cittadini italiani, e per questo tale sovranità , oltre ad essere la più essenziale , sarà anche la più difficile da riconquistare.

Innumerevoli volte ho provato a spiegare che se si vuol salvare l'Euro e l'Europa come "predicate voi" bisogna avere almeno la sovranità di stampare in proprio pur rimanendo in Europa!
Non vedo perchè il concetto di restare in Europa debba avere per forza un moneta comune.
Cos'è? Un ricatto? Un dogma?
Prima non eravamo lo stesso in Europa e non venitemi a raccontare della moneta e dell'inflazione che avremmo perchè è un altro pretesto!

Ma non ci arrivate che tutti i più grandi paesi del mondo quali USA,G.B,Japan,Cina,Brasile,Sud Africa,Russia,India ecc ecc fanno le politiche che vogliono e noi a essere succubi della BCE.
Vi riricordo questo concetto come nell’attuale momento storico, in cui la moneta è costituita soltanto da supporto cartaceo, privo di qualunque copertura aurea o valutaria, non si comprende la ragione per la quale lo Stato debba richiedere ad un apposito istituto bancario privato (Banche tramite BCE=Signoraggio) il mutuo, sempre oneroso, di banconote create dal nulla e prive quindi di ogni valore intrinseco, trasferendogli in tal modo, con la sovranità monetaria, non solo il potere di emettere moneta, ma anche il governo di tutta la politica monetaria, attraverso il quale, come si è già esposto, non può non influirsi in maniera assolutamente determinante su tutta la politica economico-sociale di un governo.

Ho già argomentato tutto più volte e se vorrete rileggere anche nei commenti di questo mio articolo troverete ampie spiegazioni:

http://www.azione-civile.net/lo-stato-smetta-di-emettere-titoli-di-stato-e-si-finanzi-emettendo-moneta/

Non me vogliate,....non sono io a dire solamente queste cose,........
La gente ha capito la truffa dell'Euro e lo dimostra con i fatti mentre secondo me difendere certe posizioni fà comodo a chi ha magari la pensione e campa bene o privilegi e il sistema gli fà comodo cosi com'è!
Privilegi che oramai quasi 15 milioni di italiani non hanno e soffrono.
Agli italiani sembrerebbe non piacere e lo dimostrano con i voti e a la sinistra,quella vera,dovrebbe iniziare a comprendere certe dinamiche e non fare finta di niente per privilegiare i privilegi e l'Euro.
E ci tengo a dirlo non è contro i pensionati il discorso ma in generale sul sistema.
E la lotta di classe è diventata questa,.chi ha i privilegi e non li ha.
La guerra dei poveri e a me piacerebbe evitarla.
Sempre,la guerra!

COGITO EGO SUM

Vi lascio con due citazioni che conoscevo che oggi G.L. Ago ha scritto:
"Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettare risultati diversi"
[Albert Einstein]

"La misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario".
[Albert Einstein]
Cita messaggio
#10
Giuseppe il mio intervento non è affatto in polemica con il tuo nè in polemica con ciò che scrive Athos.
Fatto questo chiarimento (non mi sono mai permesso di dire ad alcuno (compagno di viaggio verso il Cambiamento) che non dice la verità sulle cose che afferma), volevo solo riflettere su come ci sia, ormai da decenni, da noi e in quasi tutti gli Stati, un deficit di democrazia ma anche una scarsa partecipazione nel momento delle scelte. Il forte astensionismo e lo stesso voto dato a chi aleggia la protesta, stanno tutte lì a dimostrarlo.

Sulla moneta, figurati che io sono favorevole sia alla "moneta locale" sia a forme intelligenti e pratiche di baratto. Immagina un pò ....
Ciao
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)