Sondaggio: Cosa ritieni si debba fare?
accettare la proposta di inserire 5 nomi dei sostenitori del documento “Noi L’Altra Europa”
non accettare la proposta di inserire 5 nomi dei sostenitori del documento “Noi L’Altra Europa”
[Mostra risultato]
 
 
Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Accettare la proposta di inserire 5 nomi?
#1
Domenica mattina, 18 gennaio, parallelamente all’incontro sul debito, si è riunito un nutrito gruppo di persone formato da chi aveva sottoscritto il manifesto integrativo “Noi, L’Altra Europa”, ed altri che non avevano sottoscritto alcun manifesto.I presenti, dopo un produttivo ed effervescente scambio di opinioni, hanno deciso con il metodo del consenso di:
1) produrre il presente report dell’Assemblea del 17 gennaio.
2) Elaborare una controproposta sulla composizione del gruppo che prepara la prossima assemblea.
3) In caso di rifiuto della controproposta, votazione sul quesito:

Cosa ritieni si debba fare? 
A) accettare la proposta di inserire 5 nomi dei sostenitori del documento “Noi L’Altra Europa” 
B) non accettare la proposta di inserire 5 nomi dei sostenitori del documento “Noi L’Altra Europa”.
Cita messaggio
#2
Per come la vedo io le ragioni dell'una e dell'altra opzione sono :
  • Accettare, anche se è una concessione di assoluta minoranza (5 su 60) con poche o nulle possibilità di influire sulle decisioni, significa avere quantomeno delle informazioni sul lavoro del gruppo di preparazione.
    Ma significa anche riconoscere legittimità a un gruppo che è in realtà un'imposizione dall'alto mascherata da "consenso".
  • Non accettare significa invece rifiutare questo gruppo calato all'alto e la logica stessa del verticismo mascherato da consenso che sta portando alla dissoluzione l'esperienza dell'Altra Europa.

Sia chiaro, questa è la mia visione della cosa. Parliamone.
Cita messaggio
#3
Puoi inserire il pulsante "astenuto"? Nel senso così si vede quanti hanno letto il sondaggio ma lasciano la scelta agli altri.

Per quanto mi riguarda, io ero stato proposto tra i 5, e parlo per me: io non accetto, in nessun caso.
Perchè
  1. Devo studiare medicina
  2. Nessuno mi ha mai chiesto niente, di fatto
  3. Non sono in grado
  4. Non condivido l'essere nominato senza il consenso dei rappresentati (il primo principio della democrazia: il rappresentato può avere un rappresentante solo con il suo consenso)
  5. Non abbiamo accettato una settimana fa... perché ora sì?
Comunque io parlo per me. Se gli altri proposti vogliono partecipare a me va bene.
Tanto in questo casino va bene tutto...




Aggiornamento 26/1/15, 13.39
Si profila la possibilità di dover presentare una controproposta. 

Ho fatto un sondaggio in cui raccolgo tutte le controproposte.

http://www.primalepersone.eu/cms/forum/showthread.php?tid=9



Io personalmente penso che non dovremmo sprecare i 5 posti, ma utilizzarli per applicare quello che noi vorremmo, cioè le votazioni.

Io propongo di far eleggere i 5 su votazioni aperte a tutti. È un gesto d'apertura e anche un esempio importante.

Cita messaggio
#4
io credo che si dovrebbe accettare la proposta, evidenziando tutte le criticità che già ci siamo detti, per non legittimarli ad inserire chi vogliono loro e tagliare fuori così i "dissidenti".
Cita messaggio
#5
Simonetta leggi le controproposte eventuali.
Comunque i 5 proposti non ci staranno, almeno io non ci sto. Quindi o scegliamo altri 5 oppure facciamo una controproposta
Cita messaggio
#6
occorre accettare, e (ribadisco quanto dicevo ieri in risposta a Viale) contemporanenamente a mio avviso occorrerebbe:
- che si dia battaglia sui rappresentanti regionali, al limite - se nelle propria regione o nella propria città sono stati fatti degli imbrogli - inviare compagn* che partecipino agl'incontri nazionali anche non nominati;

- ma sopratutto che si costituisca uno strumento on line che sia già, gramscianamente, un fattore di organizzazione, chiamando a partecipare tutt* coloro che sono disponibili a farlo: A. sui temi generali all'odg (l'elenco l'avete fatto - quasi sincronicamante - tu, la Spinelli e Rodotà); B. su ciò che ribolle nei territori, coinvolgendo su questo piano tutti i movimenti di base presenti dappertutto!!
Ciao a tutt*!!
Dino, RE
Cita messaggio
#7
Il punto che non possiamo legittimare è quello di un comitato autodefinito
non possiamo accettare un metodo che legittima l'anarchia del potere
penso che non dovremmo accettare nessuna forzatura.
Cita messaggio
#8
In questo momento così fluido, tirarci fuori avrebbe conseguenze più negative che positive. Dobbiamo esserci e fare in modo che ciascuna regione VOTI uno o due delegati/e rappresentativi del comune sentire tra noi compagni/e.
Entriamo con 5 persone e le votiamo dando a tutti/e quanti/e NELLA PRATICA la dimostrazione che siamo per le scelte condivise, non per le scelte calate dall'alto.

Andrea Avantaggiato

p.s. Per piacere, cambiate il mio nome utente. Il mio cognome è "Avantaggiato", con una sola "v". Altrimenti ogni volta che accedo mi vengono le crisi di identità! Tongue
Cita messaggio
#9
(27/01/2015, 13:52)Andrea Avantaggiato Ha scritto:  p.s. Per piacere, cambiate il mio nome utente. Il mio cognome è "Avantaggiato", con una sola "v". Altrimenti ogni volta che accedo mi vengono le crisi di identità! Tongue
Fatto. :-)
Cita messaggio
#10
Segnalo che nelle controproposte eventuali, nel caso in cui i 5 "cooptati" rifiutassero di entrare nel comitato transitorio, c'è l'opzione di "prenderci" comunque i 5 posti per permettere a TUTTI, con generosità democratica, di eleggere 5 persone.

Sottolineando così che il dissenso non è sulle persone (che rispettiamo tutte) ma sui metodi
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)