Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 4 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Costituente 2.0 - Milano 26 aprlie 2015
#1
Per praticità riporto qui il link alla pagina web contenete il modulo di iscrizione alla Costituente 2.0 mentre questo è il gruppo facebook dove si trova anche il programma.


Mi sembra di vedere che sino ad ora si sono iscritti solo gruppi locali; PrimalePersone sarebbe il solo gruppo politico di carattere nazionale a partecipare all'incontro, il che potrebbe dare una certa rilevanza alla nostra presenza.

Il mio attuale stato d'animo e le tante cose rimaste in "sospeso" mi rendono difficoltoso partecipare all'incontro di Milano: spero ciò non sia un problema.
Sarebbe utile partecipare con una bella delegazione di PrimalePersone: almeno quattro, cinque persone in grado di illustrare adeguatamente, possibilmente a più voci, il carattere del nostro progetto, verificare la compatibilità con quello di Cittadini Liberi e procedere nella direzione di una possibile convergenza dei percorsi. Sarebbe un grande passo nella direzione di allargarci ed arricchirci contaminandoci.
Dobbiamo essere consapevoli dei nostri attuali grossi limiti, in particolare sul piano organizzativo: una possibile confluenza di percorso con CL (la sigla suona proprio male!) potrebbe aiutarci a risolverli e a darci il necessario abbrivio per lanciare un progetto comune all'altezza delle necessità.

Ho appena parlato al telefono con Frenando Bruno, uno degli organizzatori dell'evento, a cui ho anticipato che il 26 parteciperemo con una delegazione di PrimalePersone. Mi ha detto che loro sono aperti e disposti ad incrociare il loro percorso con quello di altri che mirino però a un reale cambiamento, che abbiano una vocazione maggioritaria e siano disposti ad assumersi le responsabilità di un'azione di governo. Lo stesso nome "Cittadini Liberi" è provvisorio e suscettibile di essere cambiato attraverso una scelta condivisa. Entrambi ci siamo detti consapevoli della necessità di unire tutte le forze che mirino a riportare ai cittadini la sovranità delle scelte politiche ed evitare il procedere di percorsi paralleli. 
Nella pagina di presentazione dell'evento, leggo: "Dalla prima assemblea per la Costituente (Firenze, 28 febbraio 2015) due temi sono emersi prioritari per il prosieguo della Costituente: Il lavoro e l'ambiente. Da questi due temi si riparte per l'appuntamento di Milano." Esattamente i due temi che anche noi abbiamo individuato come prioritari!
Sia il tono amichevole e sincero delle telefonata che i suoi contenuti mi fanno davvero ben sperare.

A questo punto è necessario stabilire con certezza chi potrà partecipare all'incontro del 26.

Fernando mi ha chiesto una breve presentazione del nostro progetto attraverso delle slide da mandare durante l'assemblea. Io non ho nessuna conoscenza di power point o simili per cui chiederei se qualcuno è in grado di farlo.
Io mi sono preso l'impegno di fargli avere un documento che illustri per sommi capi la nostra idea; gli manderò la "lettera aperta ai movimenti ed alla società civile" che abbiamo prodotto dopo la nostra assemblea del 29 marzo ed il link al nostro sito.

Resto in attesa di sapere chi può andare a Milano e chi può preparare la breve presentazione che chiede Frenando.
Cita messaggio
#2
Ciao Vincenzo
ti ringrazio del contatto e ti prego di girarci numero di telefono e mail, per accordi (in privato, meglio)
Le tue parole fanno ben sperare. E' importante rinsaldare i rapporti con chi quarda nella stessa direzione pur provenendo da esperienze diverse.

Sicuramente a Milano ci saremo io, Gianluigi, Laura e Thierry, con i quali potremmo sentirci brevemente sabato, prima per me è impossibile.
Se qualcuno vuole inviarmi del materiale e delle idee, posso fare io le slide..... mi faciliterebbe il lavoro, visto che ho pochissimo tempo.
un abbraccio
R.
Cita messaggio
#3
Si potrebbe usare il materiale che è sul sito, lo statuto, il documento dell'assemblea di Roma, presentare qualcuno dei comunicati prodotti e LQF. Simo
Cita messaggio
#4
Al limite, se non si riuscisse a preparare qualcosa anche di minimale (ma confido nelle nostre mille risorse) e fosse disponibile la connessione internet (cosa che darei per certa, vista la sede dell'incontro), si potrebbe fare una illustrazione in diretta del Sito di PleP, del forum e di LiquidFeedback, giusto per mostrare che non siamo al punto zero e che puntiamo molto sugli strumenti informatici per costruire quella democrazia partecipativa ed orizzontale a cui vorremmo giungere.

Chiaro che non andremo a Milano per "pubblicizzare" il nostro progetto ma per verificare la possibilità di incrociarlo con altri.
Oltre alla Costituente 2.0 (in maggioranza ex M5S), ricordo Progetto X di cui alcuni esponenti hanno partecipato alla nostra assemblea del 29 marzo ed è già in relazione con "Costituente 2.0", e Rete NoExpo nel cui manifesto si fa esplicito riferimento alla necessità di superare l'attuale grande frammentazione politica dei movimenti.

Dobbiamo essere pronti e disponibili, se ve ne saranno le condizioni, a fonderci con altri ed evitare in tutti i modi atteggiamenti identitari o, peggio, settari. Se vogliamo farci"moltitudine" e forza maggioritaria non dobbiamo temere la contaminazione ma provocarla e moltiplicarla!
A Milano sarebbe da proporre un incontro "fondativo" (nel senso di "volto a fodere insieme") nazionale per l'unificazione di tutti i progetti di "democrazia partecipativa dal basso basati su piattaforme decisionali informatiche". I tempi sono maturi! Attendere, facendo sì ciascuno di essi si si consolidi sarebbe, sarebbe dannoso!

P.S.: A propositi di Progetto X, ho notato che ci hanno "fregato" la proposta di LiquidFeedback come piattaforma decisionale! Ben venga, significa che si tratta di un'idea valida, ma non hanno senso progetti paralleli di questo tipo. Serve parlare, magari già a Milano, con qualcuno di loro. A Roma era venuta Leda Santosuosso.
Cita messaggio
#5
Sono d'accordo Vincenzo, illustrare Liquid ma anche il nostro percorso, perché ci siamo staccati da AET e cosa stiamo cercando di fare (democrazia dal basso, assemblea permanente, condivisione delle scelte, nessun capo), magari anche qualche punto programmatico, giusto per capire che idee hanno.
Sarebbe utile se chi va esplorasse anche se esiste qualche gruppo in Liguria con cui potremmo prendere contatti per portare avanti la nostra costruzione che in questo difficile momento ha perso un po di mattoncini (ma altri sono arrivati).
Simonetta
Cita messaggio
#6
Caro Vincenzo,
anch'io ti dico grazie e mi conforto nella convinzione che bisogna " aprire" nella chiarezza ferma, ai tanti e tantissimi che cercano una via al cambiamento sul fondo.
Piero Muo
Cita messaggio
#7
(22/04/2015, 16:10)Vincenzo Pellegrino Ha scritto:  Dobbiamo essere pronti e disponibili, se ve ne saranno le condizioni, a fonderci con altri ed evitare in tutti i modi atteggiamenti identitari o, peggio, settari. Se vogliamo farci"moltitudine" e forza maggioritaria non dobbiamo temere la contaminazione ma provocarla e moltiplicarla!
A Milano sarebbe da proporre un incontro "fondativo" (nel senso di "volto a fodere insieme") nazionale per l'unificazione di tutti i progetti di "democrazia partecipativa dal basso basati su piattaforme decisionali informatiche". I tempi sono maturi! Attendere, facendo sì ciascuno di essi si si consolidi sarebbe, sarebbe dannoso!

Grazie Vincenzo, le tue considerazioni spingono tutti Noi nella la direzione giusta e imprescindibile: "Se vogliamo farci moltitudine e forza maggioritaria non dobbiamo temere la contaminazione ma provocarla e moltiplicarla".
Incoraggianti in tal senso anche i contatti con Lista Civica Italiana, assieme alla quale PleP ha deciso di sostenere la campagna nazionale contro il famigerato Italicum.
Dando uno sguardo al sito di ProgettoX, oltre allo strumento Liquid Feedback che ci accomuna nella ricerca di modernità negli strumenti informatici da utilizzare, ho notato la scelta del colore "viola" che, sicuramente, richiama all'esperienza di Podemos.
Un altro motivo in più per il quale mi stanno, "a pelle", già simpatici. 
Un incoraggiamento va a chi dei nostri sarà a Milano, con la certezza che faranno capire bene che il nostro è un progetto vero di Cambiamento, per una modo diverso di fare Politica, dal basso e senza autoreferenzialità o spazi/recinti chiusi ideologici.
Portino i saluti di tutti Noi a quell'assemblea, alla quale auguro Buon Lavoro!
Pino
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)