Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
IL PARTITO LENINISTA E LA DEMOCRAZIA ORIZZONTALE
#4
Mario, quello che dici é quello che dovrebbe essere ma se la sinistra é così disunita le ragioni ci sono e non sono solo colpe o malafede di leaders, le sfaccettature ideologiche, i riferimenti storici ma molto di più.
Oggi le " masse di classe" che sono sempre un elemento determinante del pensiero di sinistra sono liquide, sono fluttuanti . Al loro interno troviamo intellettuali convinti e di pensiero marxista ortodosso ma che sono totalmente borghesi se li parametriamo con indicatori socio economici comparativi , troviamo operai con un buon capitale immobiliare e borsiero che si sono sudati lavorando duro e risparmiando duro, ci sono disoccupati che non hanno mai avuto il lusso di essere dei " lavoratori sfruttati", ci sono politici di ogni sorta con fior fior di pensioni e vitalizi..... siamo a un secolo e mezzo dalle condizioni materiali di lavoratori che ha conosciuto Marx .
Allora se si parla di classe si incolla poca gente e si colletta molta ambiguità.
Se alcuni quadri attuali sanno surfare su questa situazioni molti alla base non lo possono fare che ci piaccia o no perché il divario tra la gente di sinistra teorica é troppo grande.
Quindi avere come bersaglio solo anticapitalismo e antiliberismo suona troppo ambiguo, troppo fumoso.
Io non mi ci ritrovo e non mi stupisco.
Se ho aderito con fervore a PLP é proprio per tentare la strada di ripartire dalle persone , dalla loro auto coscienza , dalla loro auto rivoluzione con un faro chiarissimo in mira , l'ecosocialismo applicato da ognuno ogni minuto della giornata che solo puó fare molto più male al capitalismo ( grande e piccolo) che tutte le lotte, gli scioperi , i proclami inferociti.
Cita messaggio


Messaggi in questa discussione
RE: IL PARTITO LENINISTA E LA DEMOCRAZIA ORIZZONTALE - Piero Muo - 24/05/2018, 19:43

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)