Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ipotesi e prospettive verso un nuovo paradigma
#4
lucia, concordo con quanto dici rispetto d un programma che sappia rispondere alla complessitá della fase. Non é semplice, occorre essere creativi e continuamente aggiornarsi. Ad esempio come interpretate l'inizio delle guerra fredda2 con l'espulsione di tanti russi da ambasciate e consolati in Ue e Usa? Ieri ho ascoltato pazientemente un ora di intervista a bio blu di questo Micalizzi pluricondannato eppure ascoltato come esperto da Giulietto Chiesa. se vogliamo ragionare su Europa e euro in vista delle Europee dobbiamo affrontare globalizzazione e/o protezionismo con un confronto serrato in merito. in sintesi Micalizzi, emarginato dalla casta finanziaria a cui apparteneva, dice che oggi la contraddizione padroni/lavoratori dipendenti é cambiata in creditori che sono la classe dominante, l'oligarchia finanziaria e debitori che sono Stati, comuni e persone portate sul lastrico dalle banche. Ha ricordato il dictat della troika che portó alla defenestrazione di Berlusconi e al governo Monti che docilmente, insieme a chi lo ha seguito in 5 anni senza essere mai stato votato, letta renzi e gentiloni, ha attuato tutti i punti richiesti trasformando anche il nostro stato, che era uno dei piú solidi dl punto di vista bancario e del risparmio, 8mila miliardi, riducendo la banca d'Italia ad un nulla che fa stanza di compensazione, distruggendo le banche popolari e di credito cooperativo. Oggi la CDP deve diventare il p di riferimento perché non ha debiti, raccoglie risparmi e crediti con i nostri settori fondamentali ansaldo, poste che sono una banca, energia, trasporti, alimentare, sanita, pensioni. Dice molto di piu ma lavorare con cadtm e attac sul debito  e confrontare le varie ipotesi di moneta alternativa che affianchi, e non sostituisca l'euro' diventa prioritario secondo me.
Quello su cui non sono assolutamente d'accordo e quello che dici alla fine sul nostro parlamento.Troppo semplice liquidare cosí il voto degli italiani, che questa volta non si sono astenuti proprio per cacciare sinistra e presunta sinistra nell'angolo. troppi commenti squallidi sento al riguardo, vero Simonetta?, e vorrei evitare che qualcuno di noi si metta in questa prospettiva accodandosi al PD. Come diceva Piepoli oggo i 5 stelle sono un partito di massa che raccoglie un terzo dei consensi e bisogna saperci fare i conti. Hai conosciuto due assessore di Roma che vengono dai verdi, sono mie amiche e non sono né razziste ne fasciste ma molto piú vicine a me di responsabili di RC. Ti pregherei di tenerne conto perché con questi modi sbrigativi di leggere la realtá non si va da nessuna parte ma verso una spaccatura tra di noi.  
Cita messaggio


Messaggi in questa discussione
RE: Ipotesi e prospettive verso un nuovo paradigma - Laura Cima - 27/03/2018, 09:39

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)