Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Punto 12 del programma di Potere al Popolo
#1
È stata iniziata sulla chat di watsup una discussione sul punto in oggetto, che riguarda la questione femminista e, più in generale i diritti civili e le discriminazioni. La discussione è interessante e va approfondita per poi, eventualmente elaborare un documento di proposta, per questo penso valga la pena di parlarne più diffusamente qua.

Rompo il ghiaccio spiegando le ragioni per cui non ho mai amato particolarmente i movimenti femministi. 
La mia idea è che sia sbagliato lottare per chiedere il riconoscimento dei diritti di una categoria, sia questa legata al genere o alle preferenze sessuali. Credo si debba lottare perché i diritti siano semplicemente uguali per tutti, nel rispetto delle differenze, come del resto chiede la Costituzione. Uno degli errori che hanno fatto anche molti movimenti femministi è quello, secondo me, di voler annullare le differenze piuttosto che valorizzarle. 
Per quanto riguarda nello specifico il programma, ad esempio, trovo del tutto naturale che sulla donna cada la a maggiora parte del carico riproduttivo, ma scendo la donna che porta avanti la gravidanza, partorisce ed allatta, ed essendo irrinunciabile il legame tra mamma e bambino nei primi mesi di vita. Questa è una differenza da valorizzare, non da annullare. Diverso invece se si parla del maggior carico nell'educazione dei figli, nel lavoro di cura ed in quello casalingo, tutte incombenze che andrebbero equamente divise, senza però demonizzare le donne che scelgono liberamente di dedicarsi al lavoro domestico che, però, dovrebbe essere riconosciuto e valorizzato.
L'altro punto su cui non sono d'accordo è il diritto alla procreazione assistita, parlerei più di diritto alla genitorialità, sia perché la procreazione assistita nasconde la mercificazione del corpo (donazione di ovociti e spera, utero in affitto), sia perché ritengo che non si debbano mai forzare le barriere naturali alla procreazione (menopausa), sia perché sarebbe più importante, in un mondo sovrappopolato, favorire e facilitare le adozioni. Aggiungo che ho trovato stridente l'inserimento della procreazione assistita nei LEA a fronte del mancato inserimento delle cure dentarie e della costante diminuzione dei servizi sanitari gratuiti.

Laura ha posto un'altra questione che non ho trovato nel punto 12 del programma.

Simonetta 
Cita messaggio


Messaggi in questa discussione
Punto 12 del programma di Potere al Popolo - Simonetta Astigiano - 19/01/2018, 10:43

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)