Prima le Persone
LA FRANCIA SEMPRE PIU' A DESTRA - Versione stampabile

+- Prima le Persone (http://www.primalepersone.eu/cms/forum)
+-- Forum: Generale (http://www.primalepersone.eu/cms/forum/forumdisplay.php?fid=1)
+--- Forum: Bacheca (http://www.primalepersone.eu/cms/forum/forumdisplay.php?fid=2)
+--- Discussione: LA FRANCIA SEMPRE PIU' A DESTRA (/showthread.php?tid=345)



LA FRANCIA SEMPRE PIU' A DESTRA - Piero Muo - 07/12/2015

LA FRANCIA SEMPRE PIU' A DESTRA

La Francia ieri ha fatto un passo lungo verso l'estrema destra , anche se questa é ora portata da una giovane zia laica ed una nipote cattolica integrista e non da aspiranti dittatori con mascelle proeminenti o baffetti e frangia, o occhio bendato.
Senza rumore , dal basso la marea é montata rapidamente sostenuta dagli attentati del 13 novembre.

Le analisi qualitative indicano negli agricoltori, nei commercianti,negli artigiani , negli operai senza lavoro il grosso degli elettori del Fronte Nazionale. Un sostrato comune ne é l'ostracismo contro i migranti e gli immigrati che sono ritenuti la causa della perdita del lavoro per tanti . Commercianti ,artigiani,camionisti soffrono sempre di piu' la concorrenza dei cinesi, dei turchi, dei polacchi concorrenti competitivi come capacità tecnica e prezzi bassi . É un pó il quadro sociologico degli elettori della Lega .

Quanto agli agricoltori ,da decenni soffrono le regole della politica agricola europea e della strangolazione dei prezzi di acquisto che impongono loro le stra dominanti centrali di acquisto della grande distribuzione. Aggiungiamo a questo l'odio per la concorrenza spagnola.

Sarebbe quindi un errore pensare che l'islamofobia sia la causa principale dell'ascesa del Front National il cui volano anti europeista é probabilmente il primo propulsore.

Una riuscita definitiva nei prossimi anni del Front National provocherebbe quindi la fine della UE di cui la Francia é uno dei due pilastri fondamentali.
Provocherebbe anche all'interno del paese un marasma enorme dovuto alle previste discriminazioni nel welfare tra nazionali e immigrati.

É impressionante come tutto questo lasci indifferenti gli altri paesi della UE . Eppure essendo sopratutto questa di cui sono membri che dovrebbe essere difesa . Non si tratta quindi più di ingerenza poiché é la casa comune che é in pericolo.

La chiusura sempre più forte sul locale , sul quotidiano, sull'individuale certo importanti e la rinuncia a difendere visioni lunghe e collettive hanno ridotto a poco la capacità politica già sgretolata dai suoi proprii difetti e limiti.

Senza un sussulto enorme che con massimo realismo rimetta i tasselli in una prospettiva critica anche rivoluzionaria , il movimento all'estrema destra non si fermerà.

Resta a capire chi saprà e potrà concepire e realizzare questa rivoluzione.

Piero