Aldo Rotolo

Premesso che nell'UE ci sono un bel po' di cose sbagliate:

- trattato di Maastricht

-      "      "  Dublino

-       "      "  Lisbona

- Eurogendarmeria

- procedure di decisione Ademocratiche

-Parlamento che non conta un accidente

...e molte altre...

Però in EU non si fanno trattati contro la povertà o sui rifugiati, che sono i nostri fratelli sfruttati e vittime di guerre e regimi sostenuti se non direttamente creati da NOI OCCIDENTE!

 

Per non parlare dei MURI: da Berlino '89 in poi sono cresciuti in altezza e numero come in Palestina,Spagna/Marocco,Maxico/USA e in UE.

 

E' assolutamente necessario, INDISPENSABILE che anche noi in Italia "ci diamo una mossa", perchè se l'Italia, non solo con la pur "volenterosa" ALTRAEUROPA CON TSIPRAS, volenterosa sì ma fatalmente insufficiente anche a suo tempo...avesse promosso un MOVIMENTO GRANDE E UNITARIO di APPOGGIO al tentativo greco...forse sarebbe andata diversamente, magari riuscendo anche a coinvolgere altri Paesi, e una linea più vicina a quella di J.Varoufakis avrebbe avuto spazio politico e forse avrebbe anche potuto vincere e con essa il popolo Grecoe l'Europa tutta!

In opposizione a quella moderata e rinunciataria che anima il governo Tsipras che si è così trovato, nell'isolamento sostanziale, costretto a cedere al ricatto della troika e dei poteri forti che le stanno dietro, appunto per non aver programmato una linea diversa - pure, almeno, indicata chiaramente dall'OXI.

 

Passiamo a qualche "modesta proposta" anche operativa:

 

- colleghiamoci anche usando i social

- vediamo stavolta di EVITARE la coltivazione degli orticelli dei organizzazione

- lottiamo anche a livello parlamentare EU per far scrivere e approvare un documento ufficiale per RIPUDIARE LA GUERRA - cfr. art 11 Cost. it.

- un programma di investimenti nella società per un nuovo modo di produrre cose e servizi utili a noi tutti popoli EU e non solo a lorsignori

- LA DEMOCRAZIA NON E' SOLO UN METODO MIGLIORE DI MOLTI ALTRI, MA DEVE ESSERE IL NOSTRO FINE!

- bisogna che le burocrazie sindacali si tolgano "dalle balle" , o meglio che ce le togliamo, per lasciare il passo ad un sindacato europeo unitario e di classe. 

- contro l'internazionale dei padroni e banche & C. ci vuole una nuova internazionale per il socialismo. (socialismo o barbarie non è mai più una profezia terribile, ma un presente contro cui dobbiamo lottare uniti,e siamo obbligati a vincere!)

- così anche le organizzazioni politiche sia quelle +/- storiche che quelle di "nuovo tipo" devono cominciare a lavorare insieme nella direzione di una federazione continentale della maggioranza contro i privilegi della minoranza - infima non solo per numero, per un futuro di alternativa, se no non c'è futuro per il pianeta!

 

Se il movimento in Francia, che ora è all'avanguardia - come già lo fu in anni lontani, ma importantissimi non solo per chi li ha vissuti, avesse un momento di "stanca" allora forse toccherà a noi quì, e allora sarà il nostro turno di dare una mano ... ricordiamoci del MAGGIO...

 

Last but not least, sono del tutto d'accordo con quanto dice la compagna A.M.Rivera, sul rapporto equilibrato che è necessario avere con gli animali e con tutto il resto del pianeta di cui occorre ricordare sempre che siamo ospiti tra milioni di altri. E vorrei ricordare anche quanto scoperto da uno scienziato di grande valore anche politico, W. Reich, ai suoi tempi, sul potere dell'amore con la sua teoria orgonica.

 

BUON LAVORO A TUTTI NOI, CHE' NE AVREMO PROPRIO BISOGNO, PERCHE' CI ASPETTA UN LAVORO EPOCALE!