Lettera aperta a Falcone e Montanari.

documento approvato con decisionale in rete

Noi di “Prima le Persone" esprimiamo, innanzi tutto, la  stima per il lavoro che avete svolto durante la campagna referendaria, diventando punto di riferimento per i Comitati per il NO a cui molti del nostro gruppo hanno partecipato attivamente.
Abbiamo letto con interesse il vostro appello per una sinistra unitaria e ne condividiamo lo spirito ed i contenuti, perché pensiamo che, in questo paese, ci sia un bisogno urgente di uno spazio politico che sappia contrastare le imperanti politiche neoliberiste portando pensieri e pratiche nuove che partano dai nostri valori costituzionali. Come ci insegnano le esperienze in Inghilterra (il Labour Party di Corbyn), Francia (La France Insoumise di Melenchon) e Spagna (la Podemos di Iglesias e le coalizioni municipaliste di Barcellona e Madrid), dove la sinistra rinnova radicalmente programmi, organizzazione e comunicazione, vince.

dai Territori: Fondo non autosufficienza e Regione Molise

Nicola-Lanza.pngFondi Non Autosufficienza. Nicola Lanza: “pronti a scendere in piazza con le associazioni a sostegno dei disabili"

di Miriam Iacovantuono

In merito alla questione Fondi Non Autosufficienza 2015, Nicola Lanza di Laboratorio Progressista spiega alla nostra testata com’è ad oggi la questione. 
Lo scorso anno movimenti, associazioni unitamente a famiglie con disabili gravi e gravissimi hanno promosso una petizione che è stata firmata da circa mille persone su tutto il territorio regionale e che in particolare chiedeva di salvaguardare e potenziare le politiche sociali sul territorio con la revoca della Delibera di Giunta Regionale n.151 dell’11.04.2016 che smantella il servizio e lo inserisce nell’Assessorato alla Sanità, oltre a chiedere maggiori fondi per i caregiver (“colui che si prende cura” e si riferisce a tutti i familiari che assistono un loro congiunto ammalato e/o disabile). Infatti nella programmazione precedente il contributo era l’80% alle famiglie e il 20% alle strutture di servizi, nella programmazione 2016/2017, che coincide anche con un cambio ai vertici dell’Assessorato alle politiche sociali, ora affidato a Vittorino Facciolla (in precedenza l’assessore era Michele Petraroia), c’è stato un cambio di destinazione uso dei fondi spesi e quindi il contributo è stato ripartito diversamente e cioè il 20% alle famiglie e quindi per i caregiver e l’80% alle strutture di servizi.

Ringraziamento ufficiale

napoli14-5-17.pngda Osservatorio Molisano

 

sabato 20 maggio 2017

 

Ringraziamo Nicola Lanza ('Prima le Persone') per aver partecipato all'incontro di Napoli il 14 u.s.

Uscire dalla crisi attuando la Costituzione

Luigi de Magistris a Campomasso 14 maggio 2017

"Uscire dalla crisi attuando la Costituzione", un documento in 7 punti che riguarda tutti i cittadini e le cittadine di questo Paese, un richiamo al dovere inderogabile di attuare la Costituzione, una fotografia spietata della situazione disastrosa in cui l'Italia sta affondando.
L'Articolo 52 della Costituzione:
"E' SACRO DOVERE DEL CITTADINO DIFENDERE LA PATRIA".
Ogni persona si senta chiamata in causa!
1. L’ORIZZONTE CULTURALE IN CUI VIVIAMO
"E’ diffusa nell’immaginario collettivo l’idea che la nostra epoca è caratterizzata dalla “globalizzazione”, ma si tratta di una idea ancora confusa e imprecisa, alla quale, tuttavia, si attribuisce un senso di necessarietà e quasi di fatalismo: essa è concepita come un “dato” indiscutibile intorno al quale dovrebbe ridisegnarsi la nuova struttura dell’economia e, in ultima analisi, delle società nelle quali viviamo.
Vedremo tra poco di cosa in realtà si tratta. Ma intanto appare utile precisare che molti neoliberisti sostenitori della globalizzazione sono ora scettici sui suoi vantaggi e che lo stesso premio Nobel per l’economia, Stiglitz , uno dei primi sostenitori di questa nuova visione del mondo, ha riveduto e capovolto il suo pensiero, ponendo bene in chiaro che la globalizzazione è stata considerata in una prospettiva errata e che i danni sociali ed economici che questa ha prodotto, specie sotto il profilo della “disoccupazione”, sono pesanti e insostenibili per lo stesso nostro vivere civile. 

Laboratorio Progressista: Appello ai molisani, il tempo è ora

benecomune.png

Nicola-Lanza.pngVogliono cancellare il Molise ma si candidano a governarlo. Le prossime elezioni regionali segneranno per sempre il nostro territorio, siamo disponibili a essere presenti alle prossime elezioni regionali con una lista DI CITTADINI che costituisca un’effettiva rottura di continuità sia di visione che di programma e di stille, (ESCLUDENDO OGNI ACCORDO CON PARTITI E M5S).

Pagine

Abbonamento a PRIMA LE PERSONE RSS